/ Eventi

Eventi | 24 luglio 2017, 17:15

Silvia Mezzanotte canta l'Ave Maria in abbazia e poi fa sold out a Parco Dora

La voce dei Matia Bazar ha incontrato nell’antico Monastero di Casanova Don Adriano Gennari

Silvia Mezzanotte canta l'Ave Maria in abbazia e poi fa sold out a Parco Dora

Due giorni di preghiera e ritiro spirituale per Silvia Mezzanotte. Lo scorso weekend la voce storica dei Matia Bazar (con cui vinse nel 2002 il primo posto al ‘Festival di Sanremo’), campionessa di ‘Tale e Quale Show 2016’ su Raiuno con Carlo Conti, è stata ospite del Monastero Abbaziale di Casanova a Carmagnola.

L'antica dimora cistercense risalente al 1150 è retta dall’Associazione Onlus ‘Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione’, comunità fondata nel 1997 e animata dal sacerdote cottolenghino torinese Don Adriano Gennari, noto per le potenti preghiere di intercessione a favore di malati e sofferenti, da sempre in prima linea nella lotta all’indigenza con la ‘Mensa dei Poveri’, aperta nel 2008 nel centro storico di Torino in via Belfiore 12 a San Salvario, quartiere storico di Torino.

Silvia Mezzanotte, al termine della celebrazione eucaristica svoltasi domenica 23 luglio sotto i portici del chiostro dell’abbazia, ha intonato a sorpresa, accompagnata al pianoforte dal Maestro Giorgio Varlaro, una sorprendente versione inedita dell’Ave Maria di Gounod, con un toccante testo scritto di suo pugno, scatenando la commozione dei fedeli presenti, e commuovendosi lei stessa.

“Considero Don Adriano Gennari - ha dichiarato la cantante - un uomo di Dio pieno di energia e vitalità. Ha saputo leggermi dentro, dandomi indicazioni precise su quello che è il mio percorso spirituale attraverso la mia voce. L’Ave Maria che ho eseguito negli spazi senza tempo del suo monastero è la più intensa e struggente che abbia mai cantato”.

La sera stessa a Torino, Silvia Mezzanotte ha registrato uno strepitoso sold-out sul palco del Festival ‘Parco Dora Live’, muovendosi tra i grandi classici delle migliori interpreti femminili di sempre sia italiane che straniere (tra cui Mia Martini, Mina, Edith Piaf, Marilyn Monroe ed Ella Fitzgerald), e rileggendo con intensità alcune delle pagine più belle dei Matia Bazar, tra cui  l’intramontabile ‘Vacanze Romane’ e l’altrettanto storica ‘Brivido Caldo’, tra gli applausi scroscianti del pubblico – che si è persino alzato tutto in piedi - e i numerosi bis.

Uno spettacolo a metà tra pop e jazz, che ha visto Silvia Mezzanotte protagonista sul palco in quartetto con voce, pianoforte, contrabbasso e batteria.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium