/ Cronaca

Cronaca | 24 gennaio 2019, 15:15

"Fratelli dello spaccio" individuati dalla Polizia a Barriera Nizza

Il maggiore dei due è stato tratto in arresto

"Fratelli dello spaccio" individuati dalla Polizia a Barriera Nizza

Personale del Commissariato Barriera Nizza, a seguito di una scrupolosa attività di indagine, ha individuato una coppia di fratelli, maschio e femmina, di 22 e 20 anni, residente nel quartiere Barriera Nizza, dediti all’attività di spaccio di sostanza stupefacenti.

Il maggiore era stato notato aggirarsi nelle ore pomeridiane fra le vie Spotorno, Genova ed attorno alla  scuola “Vittorio da Feltre” di via Finalmarina con fare sospetto. Gli agenti, 2 giorni fa, hanno sottoposto a  controllo il ragazzo, poco distante dall’8 Gallery, trovandolo in possesso di un ovetto in plastica contenente marijuana e di un coltello con una lama di circa 5 cm; nascosto negli slip, inoltre, un borsellino in tessuto, riportante l’effige di un gatto sopra, contenente 5 bustine di plastica con all’interno altra marijuana.

I poliziotti procedevano allora alla perquisizione dell’alloggio del padre del giovane, appartamento dal quale lo stesso era stato visto uscire ripetutamente nell’arco di 40 minuti quel pomeriggio. Occultate sotto un divano venivano rinvenute 2 buste di plastica con dentro marijuana.

Gli investigatori, però, andando avanti negli accertamenti, rinvenivano sul cellulare del ragazzo dei messaggi dal contenuto inequivocabile intercorsi nelle precedenti ore con la propria sorella; in essi, si faceva chiaramente riferimento a della sostanza da nascondere all’interno del “gatto”. Pertanto, gli agenti procedevano alla perquisizione dell’appartamento della sorella dell’arrestato, ubicato in via Montevideo, ove il giovane di fatto vive da tempo  in conseguenza di  uno sfratto subito.

Qui, venivano rinvenuti e sequestrati vari contenitori con all’interno hashish e marijuana, per un peso complessivo di oltre 70 grammi, materiale vario utile al confezionamento in bustine dello stupefacente, 2 bilancini di precisione, un coltellino utilizzato per il taglio della sostanza; inoltre, sono stati rinvenuti anche un artificio pirotecnico  del peso di 40 grammi nonché 2 fumogeni da segnalazione. 

Pertanto, il giovane è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e denunciato per detenzione abusiva di materiale esplodente e porto di armi atte ad offendere; la sorella è stata denunciata per violazione della legge sugli stupefacenti in concorso.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium