/ Eventi

Eventi | 31 gennaio 2019, 09:50

Circolo dei lettori, Beppe Gandolfo presenta il suo "Un anno in Piemonte" per riassumere il 2018

Sedicesima edizione per il volume edito da EnneCi Communication, dalla crisi economica alla corsa mancata alle Olimpiadi 2026. Appuntamento venerdì 1 febbraio alle 18

Circolo dei lettori, Beppe Gandolfo presenta il suo "Un anno in Piemonte" per riassumere il 2018

E' fissato per venerdì 1 febbraio alle 18, presso il Circolo dei Lettori in via Bogino, la presentazione dell'edizione 2018 di "Un anno in Piemonte", il libro che da ormai sedici edizioni (pubblicato da EnneCi Communication) vede il giornalista Beppe Gandolfo impegnato nella sintesi dei fatti più rilevanti accaduti nel corso degli ultimi 12 mesi.

Con Giulio Biino, notaio e presidente della Fondazione Circolo dei lettori e la scrittrice Patrizia Durante, l'autore sarà presente per raccontare un anno in cui abbiamo avuto a che fare con la crisi economica che ha continuato ad affliggere la regione, accompagnata da un appannamento dell’immagine del territorio, tra l’esclusione dalla corsa alle Olimpiadi del 2026 e i ripensamenti sulla Tav.

Secondo Gandolfo, inoltre, pesano anche l’improvvisa scomparsa di Sergio Marchionne che ha lasciato un vuoto nella Fiat e nel mondo auto che guarda sempre più all’estero. Inoltre si è registrata una fase di stasi nel turismo, dopo anni di crescita eccezionale. Per rilanciare il fascino di Torino si sembra sperare in Cristiano Ronaldo, spiega l’autore, acquistato dalla Juventus con un colpo di mercato. Ma è giusto affidare al calciatore più famoso del il compito di richiamare turisti? Intanto la Juventus spera proprio in CR7 per mettere le mani sull'ambita Champions. Una stagione anonima, invece, per il Toro, intristita dalla scomparsa di bandiere granata come Sauro Tomà, Gustavo Giagnoni ed Emiliano Mondonico.

Sul fronte della cronaca si continua a parlare di migranti. Fra tante ombre, una luce risplende sul Piemonte. È quella della Cappella del Guarini, riaperta dopo 21 interminabili anni. Un gioiello del Piemonte finalmente pronto per rilanciare il fascino di una terra meravigliosa.

Beppe Gandolfo è nato a Torino il 19 marzo 1959. Dopo gli studi universitari di Scienze Politiche a Torino ha cominciato la carriera giornalistica. Dalle televisioni locali, Grp e Telesubalpina, è approdato alla redazione dell’Ansa di Torino dove è rimasto per 8 anni. Dal 1998 è il corrispondente per il Piemonte e la Valle d’Aosta per tutte le testate Mediaset. Autore di numerosi libri di cronaca: il volume Un anno in Piemonte, raccoglie i fatti, i numeri, le statistiche e gli indirizzi nella nostra regione, ed è giunto alla sedicesima edizione. Ha scritto insieme ad Aldo Rabino il libro Il mio Toro, la mia missione vincitore del Premio Selezione Bancarella Sport 2013. È consigliere nazionale dell’Ordine dei Giornalisti in rappresentanza del Piemonte. I suoi interventi sono pubblicati anche sulle nostre pagine di Torino Oggi.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium