/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 10 febbraio 2019, 12:20

Il questore di Torino: "Abbiamo sgomberato un covo di sovversivi, l'Asilo era la loro base e non un semplice centro sociale" (FOTO E VIDEO)

Francesco Messina: "Ieri sera in piazza non libertari, ma devastatori che attentano all'ordine democratico. Mi stupisce la presenza di altri soggetti nel corteo, che hanno solidarizzato e non ci hanno agevolato. Cosa ci facevano i No TAV in piazza?"

Il questore di Torino: "Abbiamo sgomberato un covo di sovversivi, l'Asilo era la loro base e non un semplice centro sociale" (FOTO E VIDEO)

"Questo non era un normale centro sociale. Ma abbiamo dovuto affrontare persone che vogliono sabotare e sovvertire lo Stato. Non chiudiamo chi fa protesta politica o sociale. Ma ci muoviamo su impulso della magistratura e non da parte del sindaco". È la premessa che il questore di Torino Francesco Messina fa, scandendo parola per parola, per parlare dei fatti che ieri pomeriggio hanno tenuto in ostaggio la città nelle sue vie del centro, a seguito dei fatti legati all'Asilo occupato.

E per tratteggiate meglio il contesto, si richiama a un precedente di pochi giorni fa, quando sono stati eseguiti "Sei provvedimenti di custodia cautelare in carcere a carico di altrettanti componenti di una cellula sovversiva dell'ordine democratico e individuato le responsabilità di questa cellula sovversiva anarco-insurrezionalista in almeno 21 episodi". "Una delle basi operative di questa cellula che operava da anni e che abbiamo seguito con pedinamenti e intercettazioni era l'Asilo occupato. Che è stato sgomberato sulla base di un provvedimento emesso dal Gip di Torino. Uno dei soggetti che si è arrampicato sul tetto era uno dei sei soggetti raggiunti dal provvedimento di custodia cautelare".

"E ieri in quelli che sono arrivati a essere anche mille presenti alla manifestazione abbiamo avuto soggetti che vedono la protesta sociale come punto di partenza per sovvertire l'ordine democratico", prosegue Messina. "Non libertari, ma devastatori e sovversivi".

Ma con loro, in strada, c'erano anche altre componenti della protesta. "Persone che hanno solidarizzato, ma che nulla hanno a che fare con quelle ideologie. Dai No TAV ad Askatasuna, Barrocchio, Studenti indipendenti e altre realtà. Per questo il dispositivo di ordine pubblico di ieri ha operato in un'ottica che ha voluto evitare innanzitutto che si re-impossessassero dell'asilo, come dichiarato, ma anche che tutelassero le altre realtà che erano nel corteo, oltre alle forze dell'ordine".

Dunque per questo motivo è stato sistemato un argine per evitare che si superassero i ponti sulla Dora. "E in quel momento è iniziata la bagarre, che è stata contenuta con operazioni che hanno dovuto confrontarsi con gente addestrata. Così li abbiamo contenuti e isolati, fino a raggiungere questi soggetti e arrestarli. Undici in particolare, provenienti da molte parti d'Italia come Milano, Bolzano, Bologna, Varese, Udine e con vari precedenti specifici. Ma anche spagnoli, croati e serbi come una vera chiamata alle armi. Bloccati loro, il corteo si è sciolto". "Per questo - commenta Messina - mi ha sorpreso la solidarietà verso questo tipo di persone e a seguito di un intervento che non è partito in base a un'ordinanza di sgombero, ma un decreto che muove da ben altre esigenze".

Il bilancio parla di decine di agenti contusi per il lancio di bombe carta, pietre e molotov. "In tre giorni, a Torino, sono stati arrestati 20 anarco-insurrezionalisti, per reati decisamente gravi. E nulla ha a che vedere con le proteste sociali che ogni tanto di verificano a Torino per altri contesti che ieri, mi spiace dirlo, ha dato solidarietà a questa gente. C'erano addirittura una consigliera comunale di Bussoleno e una ex consigliera di Torino".

Ma altre 215 persone sono state identificate. "Le indagini andranno avanti, perché nessuno deve avere l'illusione dell'impunità".





Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium