/ Cronaca

Cronaca | 26 luglio 2019, 10:30

Tensione in Barriera di Milano: Polizia accerchiata mentre cerca di identificare uno straniero

Alla fine il nigeriano è stato arrestato

Foto tratta dalla pagina Facebook Bello e Brutto di Barriera. Torino Nord

Foto tratta dalla pagina Facebook Bello e Brutto di Barriera. Torino Nord

Attimi di tensione ieri sera in Barriera di Milano, quando gli agenti della Polizia hanno cercato di identificare un nigeriano. I poliziotti avevano fermato lo straniero in corso Palermo per un controllo, quando sono stati accerchiati da decine di persone che hanno tentato di impedire il riconoscimento dell’extracomunitario. Quest’ultimo, quando gli sono stati chiesti i documenti, ha iniziato ad insultare il personale della Questura.

Da lì è nata la tensione, con il traffico bloccato e decine di persone in strada. In supporto agli agenti del locale Commissariato sono intervenuti i colleghi e i Carabinieri, insieme ad una coppia armata di spray urticante che ha cercato di fermare lo straniero che stava dando in escandescenza. Il nigeriano è stato infine arrestato dalla Polizia.

“Pugno duro contro chi intralcia il lavoro delle forze dell’ordine, non è tollerabile che bande di malviventi osino accerchiare agenti di Polizia che stanno compiendo il loro dovere – ha subito commentato l’assessore regionale alla Sicurezza, Fabrizio Ricca -. La mia solidarietà piena va agli agenti. La Regione Piemonte è al loro fianco”.

"Anni di degrado e indifferenza - ha aggiunto Alessandro Sciretti, capogruppo della Lega in sesta circoscrizione - hanno, purtroppo, consegnato la zona in mano a criminali che pensano ancora di poter vivere nell'impunità".

"Siamo convinti - hanno commentato Augusta Montaruli, parlamentare FDI, e Maurizio Marrone, capogruppo FDI in Consiglio regionale - che l’unica riqualificazione possibile per questi quartieri passi dall'esproprio forzato degli alloggi affittati alle masse di clandestini dai cosiddetti ras delle soffitte".

 

 

redazione giornalistica

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium