/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 06 agosto 2019, 07:00

Come scegliere in modo sicuro il proprio conto deposito

Il conto deposito è uno strumento di risparmio che da oltre 10 anni a questa parte rappresenta un fedele alleato degli italiani

Come scegliere in modo sicuro il proprio conto deposito

Il conto deposito è uno strumento di risparmio che da oltre 10 anni a questa parte rappresenta un fedele alleato degli italiani, alla ricerca di un salvadanaio sicuro che possa accogliere i propri soldi, in cambio di un rendimento dipendente, essenzialmente, dalla modalità di versamento e dall’ampiezza del vincolo. Ma come scegli il conto deposito senza commettere errori e senza andare incontro a sgradite sorprese?

La prima cosa che devi evidentemente verificare è che l’istituto di credito nel quale intendi versare il tuo denaro sia autorizzato alla proposizione di un simile servizio, e che sia aderente al Fondo interbancario di tutela dei depositi. In questo modo potrai godere di tutte le formule di protezione e di assicurazione che sono rivolte alla clientela italiana, ivi compreso il rimborso fino a 100 mila euro in caso di default dell’istituto bancario.

Detto ciò, devi anche assicurarti che la banca che ti propone il conto deposito possa realizzare un’offerta sufficientemente varia a personalizzata, in grado di soddisfare le tue specifiche ambizioni. Per esempio, è bene assicurarsi che il conto deposito possa permetterti un versamento “libero” (senza vincoli), unitamente a un versamento con varie finestre di vincolo temporale, a ognuna delle quali, evidentemente, corrisponderà un tasso di interesse di remunerazione man mano sempre più elevato.

A proposito di ciò, considerato che il tasso di interesse non rappresenta certamente l’unico elemento di redditività, abbi cura di verificare che il conto deposito che stai esaminando sia realmente gratuito, e che non ci siano costi nascosti: oneri di apertura o di gestione devono essere azzerati, così come l’imposta di bollo dovrebbe essere interamente a carico della banca per l’intera durata del vincolo.

Tra gli altri elementi che dovrebbero condizionare positivamente la scelta del conto deposito, ci permettiamo di segnalare anche la qualità del servizio clienti. Anche se speriamo che tu non abbia mai necessità di ricorrere a una formula di assistenza di questo tipo, è fondamentale che l’istituto di credito che ti sta mettendo a disposizione il conto deposito possa garantire un servizio clienti efficace e sempre disponibile, 7 giorni su 7, anche in modalità telefonica, oltre che tramite live chat o ticket sul sito web.

Detto ciò, non ci rimane che consigliarti di agire sulla base delle tue specifiche preferenze. Ipotizza, prima ancora di accendere un rapporto con l’istituto di credito, quanto denaro vuoi versare e quanto lungo deve essere il vincolo temporale. Se ritieni di poter avere necessità di una parte del capitale prima della scadenza naturale del vincolo, nulla ti vieta di effettuare due distinti versamenti, con due diverse scadenze, in maniera tale da rompere eventuali vincoli senza nuocere all’intero approccio remunerativo.

Leggi infine con attenzione i fogli informativi di trasparenza dei prodotti che stai sottoscrivendo e, in caso di dubbi o di perplessità, abbi sempre cura di domandare informazioni specifiche al tuo istituto di credito prima dell’apertura del rapporto. La risposta che riceverai costituirà (per tempistiche e qualità del riscontro) un vero e proprio momento della verità!

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium