/ Attualità

Attualità | 15 agosto 2019, 11:00

A Moncalieri e Nichelino non tutto è chiuso per ferie

Nelle centralissime via San Martino a Moncalieri e via Torino a Nichelino tante le saracinesche abbassate, ma ci sono anche negozi e ristoranti aperti. Almeno fino a ieri

A Moncalieri e Nichelino non tutto è chiuso per ferie

Chiuso per ferie è uno slogan che non si può applicare alla cintura sud di Torino. A Moncalieri e Nichelino, infatti, sono tante le saracinesche abbassate, ma girando per le vie del centro non mancano anche le insegne aperte e i locali che hanno deciso di scommettere, rinunciando alla chiusura nei giorni a ridosso del ferragosto.

Nella centralissima via San Martino e in via Arduino, infatti, si vedono moltissimi negozi di abbigliamento e alimentari che hanno abbassato le serrande, qualcuno ne ha approfittato anche per lavori di ristrutturazione, con tanto di cartello che annuncia la riapertura il 2 settembre. La maggior parte delle attività a Moncalieri riaprirà il 26 agosto, ma più d’una anticiperà la riapertura a lunedì prossimo, limitando al minimo i giorni di chiusura.

Ci sono comunque anche farmacie, negozi di casalinghi e alcuni bar che hanno scelto di restare aperti. Insomma, per chi è rimasto in città, considerando che i supermercati sono tutti aperti, non sarà un grosso problema arrivare a fine mese senza dover fare chilometri per fare la spesa.

Solo via Real Collegio e Borgo Navile vedono un gran numero di saracinesche abbassate, mentre spostandosi di pochi chilometri fino a Nichelino si nota come su via Torino, l’arteria principale della città, più ci si allontana dal centro e più aumentano il numero dei negozi con il cartello chiuso per ferie. Ma ci sono anche attività e un paio di ristoranti aperti, quantomeno fino a ieri, vigilia di ferragosto, avendo fatto la scelta di limitare al massimo i giorni di stop.

Anche lungo via XXV Aprile si notano tante chiusure, ma pure parrucchieri, bar e negozi di ottica che hanno deciso di rimanere aperti, specie quelli che si trovano vicini a un supermercato.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium