/ Attualità

Attualità | 19 agosto 2019, 10:47

Biciclette, cultura e farina: la nuova ricetta dell'imprenditoria sociale a Mirafiori Sud

Il progetto "MirafioriSìcura" è promosso dalla Cooperativa Mirafiori in partnership con Arcobaleno e I Passi. Prevede l’attivazione di tirocini formativi per disoccupati a partire dai servizi di prossimità

Biciclette, cultura e farina: la nuova ricetta dell'imprenditoria sociale a Mirafiori Sud

Un laboratorio di panificazione aperto alla comunità, una ciclofficina itinerante che porti in giro per il quartiere la mobilità sostenibile, un bar ecologico dove svago e cultura si ritrovano al bancone per un drink. Sono gli ingredienti del progetto “MirafioriSìcura”, promosso dalla Cooperativa Mirafiori in partnership con Arcobaleno e I Passi, cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito di PON Metro per le azioni del programma cittadino “Torino Factory”.

Presentato lo scorso giugno, il progetto partirà ufficialmente da settembre con la pubblicazione di un avviso rivolto a disoccupati, ragazzi o adulti, residenti a Mirafiori Sud, che vogliano spendersi in uno dei tre percorsi proposti acquisendo competenze professionalizzanti.

Si tratta di “MiraSocial”, finalizzato a creare uno spazio di aggregazione attraverso la riscoperta delle nostre radici e del territorio, con un forno sociale a disposizione dei cittadini in strada Castello di Mirafiori 142/8; “MiraBike”, per diffondere la cultura del mezzo di trasporto a impatto zero, con servizio di “bicibus” per i bambini, noleggio a breve e lungo termine e una vera e propria officina specializzata al Cpg di strada delle Cacce 36; “MiraCulture”, che prevede la creazione di un “eco-bar”, sempre al Cpg, con prodotti sostenibili, buona pratica del vuoto a rendere e ristorazione plastic free, rafforzando al contempo il ruolo di centro di protagonismo giovanile votato all’intrattenimento teatrale e musicale.

“Quando si parla di rigenerazione urbana– spiega Luca Cordaro, presidente della Cooperativa Mirafiori – si intende in primo luogo il passaggio dal concetto di spazi a luoghi di comunià.. Questo progetto mette bene in luce come le reti costruite nel quartiere generino valore. Vogliamo trasformare la ambizioni degli abitanti in vera imprenditoria sociale”.

Chi accederà al percorso formativo, potrà così frequentare tirocini da ciclomeccanico, grazie al supporto di Boeris Bikes ed Engim, barman e panificatore artigianale. Inoltre, sarà attivata una campagna di tesseramento con l’introduzione della fidelity card cartacea e digitale MiraSì, che permetterà di ricevere sconti e offerte promozionali per coloro che usufruiranno dei servizi promossi dal progetto. Ciascuno dei tre sarà gestito in collaborazione con soggetti economicamente svantaggiati beneficiari delle misure del reddito di inclusione e in carico ai servizi sociali del territorio.

Per maggiori informazioni: http://torinosocialfactory.it/portfolio_page/mirafiorisicura 

Manuela Marascio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium