/ Eventi

Eventi | 18 settembre 2019, 08:35

L'ecosostenibilità passa attraverso talk e teatro: torna Earthink Festival nell'housing sociale

Dal 19 al 22 settembre, ottava edizione nella sede di Housing Giulia in via Francesco Cigna 14/L

L'ecosostenibilità passa attraverso talk e teatro: torna Earthink Festival nell'housing sociale

Un evento accessibile a tutti per la promozione di una crescita intelligente e solidale, in linea con l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Con Earthink Festival, in programma da oggi, giovedì 19, a domenica 22 settembre, si torna a parlare di ecosostenibilità dei beni comuni, nella sede di Housing Giulia in via Francesco Cigna 14/L, a Torino.

Giunto alla sua ottava edizione, l'evento nasce da un'idea di Serena Bavo dell’Associazione Culturale Tékhné, con l'intento di diffondere, attraverso la cultura e le arti performative, dei progetti mirati alla salvaguardia e alla cura del pianeta e dell’ambiente, promuovendo la sensibilità e le buone pratiche a tutela dell'ecosistema.

“Change now!” è il claim di quest'anno, per ribadire l’importanza dell’impegno di ognuno e richiamare all’azione urgente della popolazione per un cambio di visioni e prospettive, come tutela del nostro pianeta.

La programmazione delle quattro giornate di festival avrà un carattere multidisciplinare, con un’attenzione particolare rivolta ai giovani.

Primo appuntamento questa sera, alle ore 19, con l’aperitivo inaugurale, per proseguire con un concerto per pianoforte e violoncello che proporrà due capolavori del repertorio per violoncello e pianoforte di Beethoven e Shostakovich.

Venerdì 20, la manifestazione vedrà alle 17 con un talk dedicato al giornalismo ambientale, mentre alle 18.15 sarà proiettato il video del progetto “Coloriamo il futuro”, realizzato la scorsa primavera da Tékhné con gli alunni della scuola primaria “Parini” per il progetto “I luoghi del bello”. Chiude la prima parte della serata il documentario “Plastic River”, di Manuel Camia, in collaborazione con Associazione Chora.

Il programma teatrale si apre alle 21.15 con “Il settimo continente” di La ribalta Teatro (vincitore del bando Earthink Festival 2018), grottesca caricatura del mondo nel 2019. Chiude la serata AfterShow: gli artisti incontrano il pubblico, un format innovativo di avvicinamento dei giovani al teatro.

Sabato 21, due gli spettacoli in programma, rispettivamente alle ore 18 con "Principessomatica", per bambini e famiglie; e alle 21, "Abbattitor Blues", di e con Luigi Ciotta.

Spazio nella giornata anche ai laboratori e ai progetti speciali dedicati all’ambiente. Alle 18.15 Tékhné ospita e organizza l’incontro “Dai metodi innovativi alla partecipazione attiva”, con i nuovi movimenti e le associazioni del mondo culturale ambientalista giovanile, tra cui i rappresentanti del movimento Fridays For Future, Extinction Rebellion Torino, Associazione GreenTO e AIESEC Italia.

Domenica 22, alle ore 11, si terrà il dibattito “Aspettando il pranzo dei vicini: teorizzando la pratica”, a a cura dell’Impresa sociale Co-abitare. Seguirà il pasto condiviso in un'unica, grande tavolata.

Nel pomeriggio, alle ore 15,30, verranno presentati gli spettacoli selezionati dal bando Earthink Festival 2019. In contemporanea, durante il pomeriggio, sarà realizzato il progetto Live Street Art Painting, in collaborazione con Fijodor Benzo, street artist di fama internazionale.

In chiusura del festiva, il concerto di Mattia Martinengo e gli Psiconauti, band nata a Torino nel 2018.

Per informazioni: www.earthinkfestival.eu

Manuela Marascio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium