/ Attualità

Attualità | 20 settembre 2019, 07:23

La Circoscrizione 7 chiede la chiusura serale anticipata dei minimarket

Il Consiglio ha approvato all'unanimità un'ordine del giorno per estendere l'applicazione del regolamento di polizia urbana in alcune vie di Aurora ritenute particolarmente sensibili

La Circoscrizione 7 chiede la chiusura serale anticipata dei minimarket

La Circoscrizione 7 ha deciso di dichiarare guerra al consumo di bevande alcoliche, in particolare in bottiglie di vetro: per farlo ha approvato all'unanimità, nel Consiglio di lunedì scorso, un ordine del giorno presentato dal Partito Democratico per chiedere alla Sindaca di Torino Chiara Appendino l'estensione sul proprio territorio del regolamento di polizia urbana, con chiusura anticipata alle 21 dei minimarket aperti fino a tarda sera.

Il documento, in particolare, fa riferimento ad alcune vie segnalate dai residenti perché ritenute particolarmente sensibili: si tratta di Corso Giulio Cesare (tra Piazza della Repubblica e Corso Novara), Lungo Dora Napoli (tra Corso Giulio Cesare e Via Mondovì), Corso Brescia (tra Corso Giulio Cesare e Via Bologna), Corso Emilia (tra Corso Giulio Cesare e Corso Vercelli) e Via Cigna (tra il Rondò della Forca e Via Vigevano).

Il provvedimento si è reso necessario per motivi di sicurezza: “L'apertura - dichiara il presidente Luca Deri – notturna e serale dei negozi di vicinato comporta la costante presenza di persone che vi stazionano di fronte, disturbando la quiete pubblica e dando spesso vita a comportamenti molesti, in particolare risse in cui le bottiglie si trasformano in corpi contundenti. Gli stessi tratti di marciapiede sono diventati luoghi di incontro serale per sfaccendati di varia provenienza e zone franche per l’attività degli spacciatori”.

A chiedere un intervento ancora più restrittivo è invece la capo-gruppo di Fratelli d'Italia Patrizia Alessi: “Nel 2017 - commenta – votammo a maggioranza un documento dove si chiedeva alla Sindaca un'ordinanza urgente per vietare del tutto il consumo di bevande alcoliche e la detenzione di bottiglie di vetro in luogo pubblico; questo perché il problema esiste anche di giorno”.

Marco Berton

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium