/ Cronaca

Cronaca | 04 novembre 2019, 14:30

Dimissioni di Bezzon, M5S: "Addio necessario, venuto meno rapporto fiduciario con Appendino"

"Nel frattempo ci auguriamo che chi ha acquistato un monopattino elettrico possa al più presto usarlo, in sicurezza e nel rispetto della delibera comunale, nelle zone 30 e sulle ciclabili"

Dimissioni di Bezzon, M5S: "Addio necessario, venuto meno rapporto fiduciario con Appendino"

Il Comandante della Polizia Municipale di Torino Emiliano Bezzon aveva già anticipato a voce alla sindaca Chiara Appendino, lo scorso mercoledì 30 ottobre, di volersi dimettere.

È questo quanto si evince dalla lettera protocollata questa mattina dall'ex numero 1 dei Civich, per la rinuncia dell'incarico nel capoluogo piemontese. Dal documento emerge inoltre che Bezzon ha chiesto a Palazzo Civico di avviare "le necessarie trattative con il Comune di Varese", per tornare ad essere un dipendente della cittadina lombarda.

L'addio del comandante arriva dopo le polemiche per le multe comminate dai vigili ai monopattini la scorsa settimana, che gli erano valse duri attacchi da parte del Movimento 5 Stelle. E proprio i pentastellati, pur ringraziandolo del lavoro "irreprensibile e apprezzato da tutti" svolto in questi anni, parlano di dimissioni necessarie. "Le sue dichiarazioni stampa contro la giunta - commentano in una nota - rendevano impraticabile la prosecuzione di un rapporto fiduciario con la sindaca". La maggioranza, ribadendo di sostenere la sperimentazione sui monopattini elettrici, precisa di voler "ridurre l'inquinamento di questa città e adottare politiche che consentano ai torinesi di spostarsi rapidamente e in sicurezza anche senza usare l'auto privata. Certi atteggiamenti rischiano di vanificare gli sforzi in questa direzione e allontanare chi ha intenzione di investire su Torino per sperimentazioni e progetti innovativi. Speriamo che la sindaca e i suoi assessori possano presto dare il via libera alla sperimentazione di Torino Centro Aperto che renderà una fetta importante della città vivibile e fruibile a tutti".

"Nel frattempo ci auguriamo che chi ha acquistato un monopattino elettrico possa al più presto usarlo, in sicurezza e nel rispetto delle regole stabilite dalla delibera comunale, sulle zone 30 e sulle ciclabili di Torino", conclude il M5S.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium