/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 18 novembre 2019, 17:15

Tavolo sulla semplificazione, ambito edilizia: più sicurezza per i lavoratori con il modello unico di inizio cantiere

“Stiamo procedendo - ha dichiarato l’assessore Rosso - a rendere più semplice la vita a cittadini e imprese"

Tavolo sulla semplificazione, ambito edilizia: più sicurezza per i lavoratori con il modello unico di inizio cantiere

Il settore governo del territorio ed edilizia del Tavolo interdirezionale sulla Semplificazione ha discusso il primo atto teso a uniformare le procedure necessarie per avviare un cantiere edile: il modello unico per la notifica preliminare, che ora dovrà essere adottato con una delibera di Giunta.

Il decreto legislativo 81/2008 in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro prevede infatti che, prima dell’avvio del cantiere, vada inviato un’istanza all’Asl, all’Ispettorato territoriale del lavoro competente, all’amministrazione concedente e, solo nel caso di lavori pubblici, al prefetto.

Un esperimento di modello unico è in realtà già in atto dal 2014 e si tratta del progetto inserito nel sistema MUDE, una piattaforma elaborata dal Csi, che garantisce l’uniformità informativa delle pratiche edilizie da inoltrare e messa a disposizione di tutti i Comuni dalla Regione. Ad oggi, però, solo 255 amministrazioni in tutto il Piemonte hanno aderito al sistema.

Nel frattempo, dall’Ance (Associazione nazionale costruttori edili) di Piemonte e Valle d’Aosta, è arrivata la richiesta alla Giunta di adottare un modello unico per tutta la regione.

Ciò dovrebbe assicurare a tutti gli enti coinvolti nel garantire la sicurezza sui posti di lavoro la possibilità di un interscambio dei dati in tempo reale e quindi di interventi più efficaci nel controllo del rispetto delle regole nei cantieri.

La condivisione del modello unico è avvenuto in una riunione del settore edilizio del Tavolo del 18 novembre, a cui ha preso parte l’assessore alla Semplificazione, Roberto Rosso, unitamente ai funzionari regionali, ai rappresentanti dell’Ance, ai sindacati di categoria, a Confcooperative Piemonte, a Lega Coop Piemonte, UniCoop al Collegio dei geometri di Torino e Provincia, all’Ordine degli ingegneri della Provincia di Torino, all’Ordine degli architetti della Provincia di Torino, ad Anci Piemonte, all’Uncem, all’Anpci (Associazione nazionale piccoli comuni italiani).

“Stiamo procedendo - ha dichiarato l’assessore Rosso - a rendere più semplice la vita a cittadini e imprese. Oggi si è tenuta la riunione dell’ambito governo del territorio e edilizia, la prossima volta sarà la volta delle attività produttive. Stiamo creando le condizioni per permettere che ciò che avveniva in 10 giorni, come il trasferimento dei dati alle Asl, avvenga in 10 ore. Un bel passo in avanti in direzione delle aziende e del loro lavoro”.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium