/ Attualità

Attualità | 20 novembre 2019, 20:32

A Torino fontane Po e Dora arancioni per dire “no alla violenza sulle donne” [FOTO e VIDEO]

Le fontane di piazza Cln si tingono di arancione sino all’11 dicembre: “Il Po e la Dora sono un uomo e una donna, la lotta alla violenza si fa agendo su entrambi”

A Torino fontane Po e Dora arancioni per dire “no alla violenza sulle donne” [FOTO e VIDEO]

Un colore inconfondibile, l’arancione, per dire un forte e chiaro “no alla violenza sulle donne”. Da questa sera e per due settimane, il Po e la Dora, fontane di piazza CLN, verranno illuminate di arancione.

L’iniziativa “Says NO”, portata avanti dal club Zonta International, mira a sensibilizzare la cittadinanza su quanto sia importante contrapporsi alla violenza di genere, in vista di lunedì 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. A Torino sono tante le iniziative in programma: dalla campagna Posto Occupato alla produzione di cartoline denominata “E’ tutta un’altra storia”, passando per la cerimonia della posa di una panchina rossa in via Chambery e il seminario “il populismo penale e la violenza di genere”, la Città celebrerà questa giornata tanto importante quanto attesa non solo dalle donne, ma da chiunque ne abbia a cuore il rispetto della figura.

Ogni anno la Città di Torino inaugura la settimana di contrasto alla violenza sulle donne così, illuminando le fontane di arancione” spiega Marco Giusta, assessore alle Pari Opportunità del Comune di Torino. Perché proprio le fontane di piazza CLN? A raccontarne le ragioni è Daniela Stamignoni, presidente Club Zonta: “Perché il Po e la Dora sono un uomo e una donna. E quindi siccome la lotta contro la violenza sulle donne si fa agendo su entrambi, sugli uomini sensibilizzandoli e sulle donne dando forza, queste fontane rappresentano non solo Torino, ma anche l’unione delle componenti maschili e femminili della nostra società”.

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium