/ Attualità

Attualità | 04 dicembre 2019, 10:39

La pet therapy per aiutare i piccoli alle prese con un percorso di cure: festeggia due anni "Basta una Zampa"

L'iniziativa viene portata avanti da For a smile onlus anche al Martini di Torino e alla Dental school delle Molinette e chiede un aiuto tramite un sms solidale

La pet therapy per aiutare i piccoli alle prese con un percorso di cure: festeggia due anni "Basta una Zampa"

Due anni; 284 incontri; 542 ore di Dog Therapy; 23 mila bambini beneficiari; 2000 staff medico: Basta una Zampa festeggia il suo secondo anniversario. Negli ultimi due anni For a Smile Onlus ha scelto di rivolgere l’attenzione sull’accompagnamento dei bambini durante la malattia ideando e sostenendo il progetto nazionale “Basta una Zampa”, dedicato a speciali sedute di I.A.A. (Interventi Assistiti con Animali - Dog Therapy) per pazienti pediatrici con disabilità psico-fisiche anche gravi, ospedalizzati o sotto cure mediche. Un'attività che si può sostenere concretamente con un sms solidale: è già attivo infatti il numero 45596, che fino al 21 Dicembre permette di dare una mano con 2 euro.

In momenti così delicati, accompagnati spesso da forti insicurezze, ansie e paure, la Dog Therapy diventa un sostegno davvero prezioso. Nel momento in cui i nostri amici a quattro zampe entrano nei reparti di pediatria stimolano la curiosità dei bambini, illuminando i loro occhi e facendogli tornare il sorriso.

Per questo, For a Smile Onlus ha deciso di supportare i piccoli pazienti donando attività di IAA nelle più importanti realtà ospedaliere pediatriche d’Italia, attraverso coadiutori professionisti ed i loro cagnolini specializzati in IAA.

E tra le strutture Ospedaliere dove operano ci sono anche la Dental School dell’Università degli Studi P.O. Molinette e il Martini di Torino.

Nell’ultimo anno, gli interventi di Dog Therapy donati da For a Smile agli ospedali – attraverso il supporto professionale di diversi coadiutori cinofili, hanno agito su meccanismi emotivo-affettivi volti ad abbassare il livello di stress legato all’ospedalizzazione, alle terapie e alle visite mediche: finalità di tipo ludico-ricreativo e di socializzazione attraverso le quali si promuove il miglioramento

della qualità della vita e la corretta interazione uomo-animale.

Nelle AAA (Attività Assistite con Animali) infatti la relazione con l’animale costituisce fonte di conoscenza, di stimoli sensoriali ed emozionali: attività che promuovono il valore dell’interazione uomo-animale al fine del reciproco benessere.


I Beneficiari della Dog Therapy sono i bambini e le loro famiglie, insieme a tutto lo Staff MedicoClinico che opera in situazioni di minor stress per i piccoli pazienti.

“Accade sempre qualcosa di straordinario, quando un bimbo vede un amico a quattro zampe che gli corre incontro. La routine della vita ospedaliera all’improvviso cambia. Si accende la curiosità e la voglia di scendere dal letto e giocare – spiega Ludovica Vanni, Presidente e Socio Fondatore di For a Smile Onlus -. Per questo ci impegniamo a donare la Dog Therapy-Interventi Assistiti con Animali (IAA), nelle eccellenze Ospedaliere Pediatriche d’Italia, con il supporto di speciali cagnolini e

dei loro coadiutori, integrandosi in modo virtuoso con lo Staff Medico. La Dog Therapy aiuta i piccoli pazienti ad aumentare la fiducia in se stessi, riducendo la tensione e migliorando il loro benessere psico-fisico, donando così gioia anche alle loro famiglie. Basta Una Zampa. Basta Poco Per Ritrovare Il Sorriso".

“Basta una Zampa” ha portato gioia e sostegno a 23mila bambini (2018/2019) che devono affrontare le piccole e grandi paure di una visita medica, di un intervento chirurgico, di una degenza o di una terapia di riabilitazione. Un traguardo che, in questi 2 anni, è stato raggiunto con successo attivando e sostenendo le risorse

di crescita e progettualità individuale dei piccoli pazienti, offrendo un’esperienza diversa nella routine ospedaliera-terapeutica, che passa attraverso l’interazione sociale con un animale formato appositamente e che ha come obiettivo, il miglioramento dell’esperienza sotto diversi punti di vista: aumento della fiducia in se stessi e nell’operatore clinico, elaborazione del linguaggio verbale e non-verbale nella comunicazione, senso di protezione in una fase dominata dall’incertezza, valvola di sfogo emotivo, attenzione distolta dall’ambiente ospedaliero-terapeutico, potenziamento della complicità all’ospedalizzazione e alla terapia, miglioramento di alcuni aspetti motori (disabilità).

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium