/ Cronaca

Cronaca | 05 dicembre 2019, 15:23

Spari e cacciatori vicino alle case: Campiglione Fenile controlla dopo le segnalazioni

Mercoledì mattina una perlustrazione nei campi che costeggiano il Pellice, lungo la pista ciclabile Bricherasio-Barge

Spari e cacciatori vicino alle case: Campiglione Fenile controlla dopo le segnalazioni

Sono stati cittadini allarmati dal rumore di spari a fare scattare l'allarme nel Comune di Campiglione Fenile. «Abitanti delle case nella zona che costeggia il torrente Pellice e frequentatori della pista ciclabile lungo la ferrovia dismessa Bricherasio-Barge hanno segnalato spari e avvistamenti di cacciatori non lontani dalle case» riferisce Massimo Martina agente della polizia municipale del Comune di Campiglione Fenile che nella mattinata di mercoledì 4 dicembre ha perlustrato i campi che costeggiano il Pellice, lungo la pista ciclabile. «Questa è una zona in cui non si può cacciare perché troppo vicina alle abitazioni. Una delle vie da cui ci sono arrivate segnalazioni è San Michele, che si trova vicino al torrente ma in cui ci sono dei residenti» sottolinea Martina.

In effetti non mancano le abitazioni e le piccole borgate attorno al torrente Pellice e la pista ciclabile è frequentata anche nella stagione fredda non solo da ciclisti ma da persone a piedi di tutte le età soprattutto anziani che la utilizzano per le loro passeggiate quotidiane. Il corso d'acqua segna il confine tra il Comune di Bricherasio, sulla sinistra orografica, e il Comune di Campiglione Fenile, sulla destra orografica; la pista ciclabile nasce in territorio bricherasiese e poi, attraversando il ponte sul Pellice, si inoltra in quello campiglionese.

Non sarebbe la prima volta in cui i cacciatori si spingono vicino alle abitazioni: «Abbiamo ricevuto segnalazioni anche negli anni passati - rivela il sindaco di Campiglione Fenile, Paolo Rossetto - ora abbiamo deciso di verificare sul posto». «Le chiamate di cittadini allarmati sono iniziate pressapoco all'apertura della stagione venatoria, da mesi quindi ci vengono segnalati eventi di questo tipo - spiega - . Ci sono indizi di attività venatoria ai margini della riserva di caccia lungo il torrente Pellice, troppo vicino alle abitazioni. Si tratta di una zona in cui eccezionalmente il confine tra il Comune di Campiglione e quello di Bricherasio non segue il corso d'acqua ma ci sono aree bricherasiesi anche sulla destra orografica, il problema non riguarda quindi solo il nostro territorio comunale».

Sulla sinistra orografica del Pellice, invece, tutto sembra tranquillo, come spiega Simone Ballari, sindaco di Bricherasio: «Al momento il Comune non ha ricevuto alcuna segnalazione di attività venatoria vicino alle case».

Elisa Rollino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium