/ Cronaca

Cronaca | 07 dicembre 2019, 17:56

Domani la marcia No Tav:"La Torino-Lione è un delitto climatico"

L'8 dicembre il ritrovo è fissato alle 12 al ponte di Briançon di Susa, sulla statale 24

Domani la marcia No Tav:"La Torino-Lione è un delitto climatico"

La Torino-Lione “è un delitto climatico”. E’ questo il messaggio che lanciano i No Tav alla vigilia della tradizionale marcia di domani in Val Susa contro l’opera.

Per gli attivisti  “qualsiasi strategia che si propone di ottenere una riduzione immediata dei consumi energetici è da preferirsi alle grandi opere come la Torino-Lione, che già in fase di cantiere emettono gigantesche quantità di CO2”.

Secondo il movimento contro l’opera “la dimensione del cantiere del tunnel di base (scavo di 42 milioni di metri cubi di materiali), l’elevata potenza dei treni, nonché i consumi energetici per il raffreddamento e la ventilazione del tunnel tra Italia e Francia in fase di esercizio vanificherebbero ogni eventuale futuro risparmio di emissioni serra”.

L’appuntamento per la marcia No Tav di domani è fissato alle 12 al ponte Briançon di Susa, sulla statale 24. Da lì si partirà in direzione Venaus, dove l’8 dicembre 2005 ci furono gli scontri tra manifestanti e polizia.

Alle ore 16.30 da Susa partirà una navetta, da circa 100 posti, per portare le persone che non riescono a fare tutta la marcia o che per vari motivi ritardano. Da Venaus ripartirà dalle 18 per riportare i manifestanti arrivati con il treno e quelli che hanno l’auto ai parcheggi.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium