/ Cronaca

Cronaca | 14 gennaio 2020, 14:28

Simula acquisto di pochi euro per provare a rubare beni più costosi: scoperta e arrestata

Protagonista, all'interno dell'Ipercoop di via Livorno, una ragazza italiana di 22 anni

Simula acquisto di pochi euro per provare a rubare beni più costosi: scoperta e arrestata

E’ entrata nell’Ipercoop di via Livorno, lo scorso sabato pomeriggio, e si è diretta a passo sicuro nel reparto riservato agli articoli tecnologici. Qui, ha prelevato da un espositore due cuffie per cellulare ed una pellicola protettiva per il telefonino.

Da un altro espositore, poi, ha preso uno zaino, occultando all’interno la merce. Credendo di non essere stata notata da nessuno nelle su mosse, la giovane si è recata in un camerino, trascorrendovi circa 5 minuti. Quando ne è uscita, ha abbandonato lo zaino su un espositore ed ha prelevato dal reparto alimentari una bottiglietta di Coca Cola, presentandosi alle casse.

Una volta pagata la bibita, la giovane, una cittadina italiana ventiduenne, è stata fermata da personale addetto alla vigilanza del negozio, che la conduceva presso degli uffici interni dell’esercizio commerciale. All’arrivo degli agenti della Squadra Volante, la ragazza ha confessato il furto restituendo i prodotti trafugati (valore complessivo 50 euro).

Per la giovane, che ha precedenti specifici per furto aggravato in concorso, e che è stata trovato in possesso di una forbice e di un paio di pinze, con le quali aveva tolto le placche antitaccheggio alle confezioni dei prodotti, sono scattate nuovamente le manette.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium