/ Politica

Politica | 17 gennaio 2020, 17:02

Referendum, Preioni (Lega): "Il no della Corte Costituzionale al maggioritario è il ritorno alla preistoria"

Il presidente della Lega Salvini Piemonte parla di un ritorno al passato della politica italiana

Referendum, Preioni (Lega): "Il no della Corte Costituzionale al maggioritario è il ritorno alla preistoria"

Alberto Preioni, presidente del Gruppo Lega Salvini Piemonte, commenta la decisione della Corte costituzionale di negare il referendum sulla legge elettorale sostenuto dalla Lega per abrogare le norme sulla distribuzione proporzionale dei seggi e trasformare il sistema in un maggioritario puro.

“Fermo restando il rispetto per la decisione presa dalla Corte Costituzionale, che ha dichiarato inammissibile il quesito referendario sulla legge elettorale proposto da otto consigli regionali, tra cui anche il Piemonte, sottolineo il profondo disappunto e l’amarezza di queste ore. E’ una vergogna che non si lasci decidere al popolo, il sì della Consulta avrebbe permesso di allineare il nostro Paese alle maggiori democrazie europee. Ancora una volta sono i vecchi apparati che si difendono al nuovo che avanza: Pd e 5stelle sono e restano attaccati con le unghie alle poltrone e purtroppo, come ha già affermato il nostro leader Matteo Salvini, così è il ritorno alla preistoria della peggior politica italiana”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium