/ Attualità

Attualità | 19 febbraio 2020, 20:52

Vanchiglia, in Via Balbo un carnevale ecologico all'insegna del riciclo e del riuso

In attesa di sabato 29, i gruppi spontanei “Insieme per Via Balbo” e “Gli abitanti attivi di Vanchiglia” hanno dato vita alla costruzione di maschere con i bambini delle scuole adiacenti

Vanchiglia, in Via Balbo un carnevale ecologico all'insegna del riciclo e del riuso

Il carnevale si avvicina e anche il quartiere Vanchiglia si sta preparando alla ricorrenza con alcune iniziative organizzate dai cittadini del quartiere.

In attesa della grande festa finale, in programma per sabato 29 febbraio, i gruppi spontanei “Insieme per Via Balbo” e “Gli abitanti attivi di Vanchiglia” stanno portando avanti la realizzazione di alcune maschere con i bambini delle vicine scuole.

L'appuntamento, iniziato lunedì scorso, si concluderà domani, giovedì 20 (dalle ore 16.30) nel cortile dell'asilo nido: “Siamo un gruppo spontaneo – spiega Linda, una mamma – che ha a cuore le persone che vivono Vanchiglia; in quest'ottica stiamo organizzando anche alcuni tour guidati alla scoperta del quartiere. Il tema scelto per questo carnevale è il riuso: tutti i materiali, come le bottiglie di plastica e le stoffe, sono riciclati e di recupero; ogni bambino si costruisce la maschera come in un'opera di arte astratta”.

La mobilitazione dei due gruppi, di cui fanno parte residenti, famiglie, commercianti e attivisti del vicino centro sociale Askatasuna, è nata a seguito della presenza di spacciatori nell'area pedonale in pieno giorno: “Con l'organizzazione delle merende anti-spaccio – fanno sapere – all'uscita dei bambini da scuola, il problema a quell'ora si è risolto".

"Questa esperienza, che tiene unite varie anime con l'unico obiettivo di vivere il quartiere dal basso, vuole dimostrare l'importanza del presidio del territorio da parte dei cittadini, senza strumentalizzazioni e senza costi”.

Marco Berton

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium