/ Cronaca

Cronaca | 09 ottobre 2018, 18:09

Grattacielo della Regione Piemonte, la procura chiede 6 condanne

La più alta, 3 anni e 4 mesi, per l'ex presidente Enrietti. Bertola (M5S): "Ecco l'eredità della giunta Chiamparino"

Grattacielo della Regione Piemonte, la procura chiede 6 condanne

 La procura di Torino ha chiesto sei condanne nel processo sulla costruzione del nuovo grattacielo della Regione Piemonte. La pena più alta - 3 anni e 4 mesi di reclusione - è stata chiesta per Ezio Enrietti, imprenditore e presidente della Regione all'inizio degli Anni 80. Lo riporta l'Ansa.

Oltre a Enrietti, la vicenda vede coinvolti alcuni ex funzionari regionali, i responsabili del consorzio di imprese che si aggiudicò la commessa e quelli di alcune ditte che hanno operato in regime di subappalto. Le accuse, a vario titolo, sono falso, abuso d'ufficio e corruzione.

Al centro dell'inchiesta, coordinata dal pm Francesco Pelosi, c'è la variante migliorativa da oltre 50 milioni di euro che, secondo l'accusa, sarebbe stata approvata senza alcuna reale necessità.

"Un funzionario regionale, ancora in carica, su cui pende la richiesta della Procura di 2 anni e 8 mesi di carcere, un maxi cantiere fermo al palo ed una lunga serie di annunci utili solo a conquistare qualche titolo sui giornali. E' questa l'eredità della Giunta Chiamparino - ha attaccato il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Giorgio Bertola - dopo 4 anni e mezzo di mandato, sul fronte del grattacielo regionale".

 

r.g.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium