/ Cronaca

Cronaca | 29 marzo 2019, 16:10

Corteo degli anarchici: la preoccupazione dei commercianti di Porta Palazzo

“Per adesso nessuna comunicazione su chiusure anticipate, ma il danno economico è inevitabile”

Corteo degli anarchici: la preoccupazione dei commercianti di Porta Palazzo

“Abbiamo sentito da alcuni ambulanti che i vigili avrebbero consigliato di lavorare mezza giornata e liberare i banchi entro mezzogiorno. Peccato che qui noi paghiamo il suolo pubblico e se andiamo via prima nessuno ci ridarà i soldi indietro”. Tina e Francesco sono due commercianti di Porta Palazzo e come tanti altri colleghi sono preoccupati in vista della manifestazione degli anarchici, in programma domani pomeriggio. Le voci al mercato si rimbalzano, in certi casi vengono distorte, ma una cosa è certa: i commercianti non hanno intenzione di rinunciare ai loro affari, soprattutto il sabato, quando il mercato è solito riempirsi. “In tanti mi chiedono cosa fare domani - spiega Riccardo Prochilo, coordinatore della Commissione del mercato di Porta Palazzo - ma al momento non abbiamo ricevuto notizie ufficiali. Di certo siamo preoccupati, non tanto per la nostra incolumità, ma perché le persone temono disordini e in molti non verranno al mercato. Questo significa un danno economico di diverse decine di migliaia di euro, Tra banchi scoperti e coperti siamo all’incirca mille, lavorare soltanto mezza giornata sarebbe un disastro”. 

Marco Panzarella

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium