/ Attualità
Estate 2020 ad Abano Terme: intervista al sindaco Federico Barbierato

Salute e natura, cultura ed enogastronomia: sono questi i pilastri della proposta a "Km 0" del Comune di Abano Terme per l'estate 2020. Che tipo di vacanza verrà offerta? Come verranno accolti i turisti? Ne parliamo con il sindaco, Federico Barbierato

Pubblicato da Torino Oggi su Martedì 5 maggio 2020

Attualità | 07 giugno 2019, 16:50

Degrado e canone troppo alto: il centro commerciale Le Verbene delle Vallette a rischio chiusura

Serrande abbassate e accessi impraticabili per il centro commerciale non bastano a ridiscutere le condizioni contrattuali: entro fine anno gli ultimi negozianti potrebbero lasciare il mercato coperto

Il centro commerciale Le Verbene, dietro piazza Montale

Il centro commerciale Le Verbene, dietro piazza Montale

Una serranda chiusa, un’altra aperta con pochi clienti e facce scure. Passeggiare al mercato coperto Le Verbene, nel cuore delle Vallette, oggi è un po’ più triste del solito: a rendere ancora più cupo un presente non di certo roseo, è infatti un futuro sempre più incerto che nei prossimi mesi potrebbe portare gli abitanti del quartiere a dire addio al centro commerciale “Le Verbene”.

I pochi commercianti rimasti infatti, entro fine anno, potrebbero lasciare definitivamente quello spazio che avevano sognato di riempire con le loro vetrine animate e i loro prodotti, rendendolo vivo e frequentato. Il motivo è presto detto: nonostante una crisi degli affari evidenti, legata anche e soprattutto a una mancata riqualificazione di tutto il PQU delle Vallette, il Comune di Torino non ha alcuna intenzione abbassare ai commercianti rimasti il canone. Canone che, va ricordato, è fisso e viene diviso tra i negozianti che si trovano all’interno del centro commerciale. Peccato che con il passare del tempo il numero dei commercianti sia calato, con un conseguente aumento del canone per ogni negoziante rimasto. Alla richiesta di una revisione delle condizioni contrattuali, gli esercenti si sono visti rispondere picche dall’assessorato al Commercio.

Un rifiuto che, di fatto, se dovesse essere confermato nei mesi futuri decreterà la fine del centro commerciale Le Verbene, la cui vita non è mai stata agevolata dalle amministrazioni comunali. Anzi. Quello che residenti e commercianti lamentano è proprio uno stato di abbandono. Basta fare un giro intorno al mercato coperto per capire cosa intendono: pavimentazioni rotte in piazza montale, scritte sui muri, infiltrazioni e perdite d’acqua. Raggiungere il centro commerciale Le Verbene, per un anziano, vuol dire affrontare un percorso a ostacoli piuttosto pericoloso.

Nonostante queste condizioni e nonostante la mancata riqualificazione del PQU Vallette, i commercianti rimasti hanno provato a stringere strenuamente i denti. Ora, a causa di un canone insostenibile, dovranno per forza sventolare bandiera bianca, a meno che il Comune non torni sui suoi passi per ridiscutere le condizioni contrattuali. “Qui Appendino non l’abbiamo mai vista” è l’amaro commento di Antonio, residente alle Vallette. Parole riprese da alcuni negozianti del centro commerciale: “Ma l’amministrazione sa in che condizioni ci troviamo? Com’è possibile esserne a conoscenza e non venirci incontro?”. I progetti di riqualificazione non mancherebbero e sarebbero persino normati da bandi già vinti, così come le richieste della Circoscrizione 5, che nelle interpellanze della consigliera Gagliardi aveva spesso richiesto lumi circa il futuro dell’intera zona e del centro commerciale.

 Intanto, sabato 15 giugno verrà organizzato un presidio di sensibilizzazione in piazza Montale, con spostamento e conferenza presso il centro commerciale. Quel che è certo è che la possibile chiusura del mercato coperto Le Verbene, porterebbe ancora più abbandono e degrado in una zona già tristemente dimenticata, alimentando una spirale di negatività che non riesce a essere spezzata.

Andrea Parisotto

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium