/ Cronaca

Cronaca | 02 ottobre 2019, 06:00

Blitz dello Spresal all'Anagrafe Centrale: chiusa una sala, vetri degli sportelli non a norma e insetti

L'attività si è svolta sotto la supervisione della polizia giudiziaria, mandata in via della Consolata dal procuratore aggiunto Vincenzo Pacileo

Blitz dello Spresal all'Anagrafe Centrale: chiusa una sala, vetri degli sportelli non a norma e insetti

Vetri degli sportelli a contatto col pubblico irregolari, carenze igieniche generali, insetti e una sala aperta al pubblico non a norma. Sono queste le risultanze del nuovi controlli svolti dalla Spresal ieri presso l'Anagrafe Centrale di Torino.

L'attività si è svolta sotto la supervisione della polizia giudiziaria, mandata in via della Consolata dal procuratore aggiunto Vincenzo Pacileo che segue l'inchiesta.

Gli ispettori della Spresal, che si occupa di sicurezza nei luoghi di lavoro per conto dell'Asl, sono nuovamente tornati all'Anagrafe Centrale dopo il blitz di dieci giorni fa. A seguito dei controlli è stato elevato un nuovo verbale, imposto lo stop di altri elettroarchivi e la chiusura della sala di ricevimento pubblico per gli ufficiali di stato civile al primo piano per areazione insufficiente. 

Durante l'attività è stato inoltre evidenziato che i vetri degli sportelli non sono infrangibili e quindi non a norma: qualche settimana fa un uomo aveva dato in escandescenza nel corridoio dei cambi di residenza, rompendo un vetro. 

Gli ispettori hanno evidenziato una trascuratezza generale, comprensiva di rischi per l'igiene: in alcuni locali archivi sono stati trovati insetti e i loro nidi. Carenze poi nella segnaletica di sicurezza antincendio in area pubblico. 

L'amministrazione ha deciso di tenere aperti gli uffici dell'Anagrafe Centrale, in attesa degli esiti degli accertamenti della Spresal.

Cinzia Gatti

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium