/ Cronaca

Cronaca | 18 ottobre 2019, 12:20

Negozio di oreficeria truffa una coppia, dipendente denunciato dalla Polizia

Il fatto avvenuto sabato scorso in via Reiss Romoli

Negozio di oreficeria truffa una coppia, dipendente denunciato dalla Polizia

Sabato scorsa una coppia di cittadini italiani si è recata presso un comprooro di via Reiss Romoli e ha chiesto la valutazione di alcuni gioielli al dipendente presente nel negozio.

Questi, come prima cosa, faceva firmare alla coppia un foglio in bianco asserendo trattarsi della dichiarazione di legale provenienza e l’autorizzazione per la privacy. Avuta la stima dei preziosi, i coniugi decidevano che non conveniva loro concludere l’affare in quanto presso un altro negozio era stata effettuata loro una valutazione superiore di 150 €. Pertanto, chiedevano la restituzione dei preziosi. Il dipendente, però, li informava che ormai avevano firmato e si sarebbe proceduto con la compravendita.

Iniziava a preparare infatti un assegno postale dell’importo di 850 € e nonostante le vibrate rimostranze fatte dalla controparte, a scrivere sul registro il passaggio dei preziosi. Pertanto, la coppia contattava  il 112 NUE, che inviava sul posto personale della Squadra Volante.

Gli agenti sequestravano a carico del comprooro l’assegno già compilato, l’atto di vendita con relativa ricevuta, la fotocopia del registro acquisti: l’uomo, un trentunenne italiano, è stato denunciato per truffa.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium