/ Cronaca

Cronaca | 04 novembre 2019, 10:00

Anagrafe Centrale di Torino, debutto con disagi per l'accesso libero

All'apertura degli sportelli il sistema informatico, come si legge sui cartelli affissi agli ingressi dei due corridoi per il cambio di residenza e il rilascio delle CIE, è andato in tilt

Anagrafe Centrale di Torino, debutto con disagi per l'accesso libero

Debutto con disagi per l'accesso libero senza prenotazione per la carta di identità all'Anagrafe Centrale di Torino. 

Questa mattina all'apertura degli sportelli il sistema informatico gestito dal CSI, come si legge sui cartelli affissi agli ingressi dei due corridoi per il cambio di residenza e il rilascio delle CIE, è andato in tilt.  "Il servizio - è scritto - è temporaneamente sospeso per cause tecniche. La chiamata agli sportelli riprenderà appena possibile, ci scusiamo per il disagio".

Un disservizio risolto nel giro di poco tempo, alle 9.30 la coda di utenti aveva già ripreso a fluire, che finisce però nel mirino del capogruppo comunale della Lega Fabrizio Ricca

L'esponente del Carroccio parla di "caos infinito che questa amministrazione non vuole risolvere, figlio delle colpe di un ex assessore diventato ministro senza essersi dimostrata nemmeno capace di garantire un servizio base ai torinesi". "Tra guerre dei monopattini combattute all’interno dello stesso Comune e inadeguatezza nel fornire servizi utili come l’anagrafe, questa Giunta dimostra di essere arrivata al capolinea" conclude Ricca. 

A chiedere le dimissioni della sindaca Chiara Appendino anche il capogruppo regionale di FdI Maurizio Marrone e la deputata di Fratelli d'Italia Patrizia Alessi, che annuncia di voler presentare "al più presto un'interrogazione in Parlamento affichè qualcuno risponda di questa vergogna davanti ai torinesi".  

Cinzia Gatti

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium