/ Politica

Politica | 10 aprile 2020, 14:57

Quasi 500 le persone positive al coronavirus tra Nichelino, Moncalieri e Carmagnola. Alcuni sindaci insorgono per i dati pubblicati dalla Regione

Ugo Baldi, primo cittadino di Santena, parla a nome dei colleghi della cintura sud di Torino: "Non si può fare un unico minestrone, mettendo assieme chi è tuttora positivo con chi è già guarito"

Quasi 500 le persone positive al coronavirus tra Nichelino, Moncalieri e Carmagnola. Alcuni sindaci insorgono per i dati pubblicati dalla Regione

La decisione della Regione Piemonte di pubblicare ieri sera una nota con i numeri di tutti i contagiati nei comuni piemontesi è stata una iniziativa che è piaciuta poco a diversi sindaci della cintura sud di Torino.

Secondo i dati regionali, a Moncalieri sono 227 le persone contagiate dal coronavirus, 160 a Nichelino, mentre 107 sono i casi registrati a Carmagnola: un totale di quasi 500 persone, limitandosi solo ai tre comuni più grandi della zona sud del capoluogo. Il sindaco di Santena, Ugo Baldi, parlando a nome degli altri primi cittadini delle realtà che appartengono all'Asl To5, è stato molto polemico nei confronti della iniziativa della Regione: "Il numero dei casi positivi, riportato in testa ai grafici dei singoli Comuni, non tiene conto della situazione attuale, non tiene conto dei soggetti guariti. In questo modo, i dati possono essere interpretati in maniera scorretta".

Il presidente dell'assemblea dei primi cittadini ha inviato una protesta formale: "Certi numeri devono essere accompagnati da una corretta spiegazione e da una giusta chiave di lettura, per non ingenerare paura nella popolazione", ha spiegato Baldi. "Riteniamo che sia necessaria almeno una legenda chiara e un 'cappello' esplicativo per una lettura realistica del dato".

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium