/ Cronaca

Cronaca | 06 maggio 2020, 12:00

L'artigiano ai tempi della Fase 2: a Vanchiglia il vetraio si è convertito al plexiglass

Dopo 40 anni di mestiere, Moreno Stefanini ha dovuto reinventarsi per "sopravvivere" alla pandemia e ora progetta e produce strutture che saranno preziose nei prossimi mesi: "Sarà un orgoglio per me contribuire almeno un po' alla ripresa del Paese"

L'artigiano ai tempi della Fase 2: a Vanchiglia il vetraio si è convertito al plexiglass

Non ci sono state soltanto le aziende del tessile che si sono riconvertite alla produzione di mascherine, camici e strumenti di protezione. Per sopravvivere al lockdown anche il genio artigiano ha trovato il modo per reinventarsi: come nel caso di uno dei "maestri del vetro" di Torino, che dopo oltre quarant'anni di attività ha scelto di puntare sul plexiglass, materiale che sarà prezioso nella Fase 2 (e in quelle successive). 

E' la strada che ha intrapreso Moreno Stefanini, titolare – insieme con sua moglie - del laboratorio artigiano Torbox, in piena zona Vanchiglia. Fino al giorno prima dell'avvento del Coronavirus, il suo pane erano box doccia in cristallo, porte in vetro, arredamento d’interni in vetro (tavoli, sedie e così via). Ma di fronte allo stop e al rischio fallimento questo non bastava più.

E così il signor Moreno ha cambiato: si è reinventato, senza rinunciare al talento e alla manualità. Dalla progettazione e della produzione dal cristallo ha abbracciato un materiale nuovo: il plexiglass. Non solo più vetro, ma materia plastica trasparente, infrangibile, flessibile e altamente resistente. Sarà una "materia" preziosa nella Fase 2 (e successive) per aumentare la tutela e la sicurezza tra le persone nei luoghi frequentati come i supermercati, ma non solo. 

“Le barriere in plexiglass - sostiene l'artigiano che ha il suo laboratorio in via Vanchiglia - più che un elemento di separazione, in questo momento particolare, possono essere considerate uno strumento di integrazione, perché è anche grazie ad esse se le comunità e le città potranno tornare a vivere. Ed è importante, oltre che motivo di grande orgoglio da parte mia, che un laboratorio artigiano 100% italiano possa contribuire alla ripresa del Paese”. 

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium