/ Cronaca

Cronaca | 09 maggio 2020, 15:50

Fase 2: anche gli oratori cercano soluzioni per ripartire e accogliere i ragazzi al "top"

Nei giorni scorsi i primi confronti tra l'arcivescovo Nosiglia, monsignor Gallese e Cirio: avviato un tavolo per pianificare un progetto condiviso

Fase 2: anche gli oratori cercano soluzioni per ripartire e accogliere i ragazzi al "top"

Ferme le scuole, in dubbio anche molte altre attività per i più piccoli. L'effetto Covid continua a colpire (senza soluzioni alternative, al momento) il mondo dei ragazzi. E tra le realtà che - soprattutto con la bella stagione - rischiano di veder scombussolate le abitudini più radicate ci sono senza dubbio gli oratori. Una questione molto complessa, sulla quale sono in corso, da settimane, serrate riunioni e confronti a più livelli, istituzionali ed ecclesiali, nazionali, regionali e diocesani. 

Nei giorni scorsi l’Arcivescovo di Torino e Presidente della Conferenza Episcopale Piemonte e Valle D’Aosta, monsignor Cesare Nosiglia e monsignor Guido Gallese, delegato per la Pastorale Giovanile di Piemonte e Valle D’Aosta, si sono confrontati con il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio. Primo frutto di tale interlocuzione è l’avvio di un progetto comune, chiamato «T.O.P. - Tavolo Oratori Piemonte», per studiare e valutare le condizioni di praticabilità delle attività degli Oratori estivi, in vista delle scelte - politiche e pastorali - che Regione e Diocesi piemontesi vorranno assumere su questo tema. 

"Abbiamo investito due milioni di euro nel nostro Piano Riparti Piemonte - ha spiegato in tale occasione il governatore Cirio - proprio per sostenere le attività dei Comuni e degli Oratori, perché in questo momento in cui le scuole sono bloccate dobbiamo sostenere le famiglie e permettere ai genitori di andare a lavorare sapendo che i loro figli sono in un luogo sicuro. E questo è il valore di servizi educativi come gli Oratori".

Il Progetto «T.O.P.» avrà il ruolo di coordinamento centrale rispetto alla conduzione di altri “tavoli di lavoro” nei territori e circa l’operatività di specifiche commissioni (regionali e diocesane), per non disperdere le forze e garantire un’adeguata qualità delle proposte.  Il Tavolo di lavoro regionale degli Oratori sarà convocato all’inizio della prossima settimana.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium