/ Cronaca

Cronaca | 09 maggio 2020, 19:10

La preoccupazione degli albergatori torinesi: "Qualcuno pensa di riaprire a settembre"

Fabio Borio (Federalberghi): "Servono contributi immediati per mettere in sicurezza le strutture"

La preoccupazione degli albergatori torinesi: "Qualcuno pensa di riaprire a settembre"

"Qualche albergatore sta pensando di riaprire direttamente a settembre, il virus ha colpito nel momento peggiore, adesso non resta che sperare e ripartire il prima possibile". Cosí il presidente di Federalberghi Torino, Fabio Borio, che aggiunge: "Per la nostra categoria aprile e maggio sono i mesi migliori, in città ci sono eventi, congressi, campionato e Champions League. In estate i flussi si riducono per poi risalire a ottobre e novembre. Purtroppo adesso programmare è impossibile, la gente ha cancellato le prenotazioni e se le cose dovessero migliorare tutti si organizzeranno all'ultimo minuto".
A fronte di incassi ai minimi storici, serve spendere per rendere gli alberghi sicuri. "Le strutture vanno sanificate, occorre predisporre sistemi che consentano di evitare il contagio. Per questo ci aspettiamo un contributo immediato da parte della Regione, che permetta almeno di ammortizzare le spese per mettere in sicurezza gli alberghi".

Marco Panzarella

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium