/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 13 maggio 2020, 14:58

Green Jobs 2020, vincono i dossi che regalano energia e il sito che aiuta lo scambio e il riuso dell'usato

I progetti prescelti sono quelli dell'istituto Galilei Ferrari e Majorana. Anfossi (Compagnia di San Paolo): "Il pianeta è uno solo, l'attualità ce lo conferma ogni giorno". Invernizzi (Fondazione Crt): "Giovani fondamentali per costruire il futuro, anche del lavoro"

Green Jobs 2020, vincono i dossi che regalano energia e il sito che aiuta lo scambio e il riuso dell'usato

Imprese e cura dell'ambiente, professionalità e valori da difendere per il benessere di tutti. Si chiama "Green Jobs" il progetto destinato a valorizzare le due migliori mini-imprese green di studenti di Piemonte e Liguria: un'iniziativa nata in Lombardia da Fondazione Cariplo e realizzato con JA Italia e InVento Innovation Lab. Dal 2018 è diventato un progetto nazionale promosso da 8 Fondazioni aderenti all’ACRI, tra cui Fondazione Crt e Compagnia di San Paolo, interessando 157 classi e più di 3.000 studenti.
E nella sua edizione attuale il percorso è arrivato a conclusione nonostante le difficoltà legate all'emergenza Covid, che ha reso più complesso il cammino di collaborazione tra i ragazzi e tra le scuole e gli organizzatori. Un cammino che alla fine ha consegnato la vittoria, per Fondazione Crt, a Green Leap dell'istituto Galilei Ferrari di Torino, un progetto per il recupero di energia attraverso un sistema di molle e piastre legato all'utilizzo dei dossi che incontriamo nella viabilità di tutti i giorni, mentre per Compagnia di San Paolo la vincitrice è stato il Major revolution exchange project dell'istituto Majorana: una piattaforma per veicolare lo scambio e il riuso di prodotti di seconda mano.

"Il progetto ha tre punti di forza rilevanti - dice Anna Invernizzi, vicepresidente di Fondazione Crt -: non si parla solo di green, ma si fanno anche proposte concrete, coinvolgendo i giovani (che sono fondamentali per affrontare le sfide del futuro) e coniugando due dimensioni fondamentali per la costruzione delle nuove figure professionali, portando avanti competenze e sensibilità".

"Come fondazione abbiamo preso con la massima serietà le Agende attuali dedicate ai temi ambientali - aggiunge il segretario generale di Compagnia di San Paolo, Alberto Anfossi - e Green Jobs va proprio in questa direzione, allineandosi agli sforzi complessivi globali per ottenere dei risultati. L'umanità è una e il pianeta è uno, quando succede qualcosa, succede per tutti: l'attualità ce lo sta dimostrando. Speriamo che anche progetti positivi come questi possano avere impatti molto grandi. Al di là di chi vince, la speranza è che un'esperienza di questo genere possa essere significativa lasciando un'impronta positiva sui ragazzi: quando ero al liceo ho fatto qualcosa di questo genere e mi è rimasto impresso, un piccolo seme che può germogliare anche in altri ambiti con il passare degli anni".

La finale arriva al termine di un percorso che si è articolato attraverso lezioni in aula e online durante le quali i ragazzi hanno imparato a trovare soluzioni concrete in risposta ai problemi ambientali, a conoscere i modelli organizzativi e di gestione imprenditoriale, a scoprire le professionalità coinvolte nel mondo produttivo green percorrendo tutti gli step del percorso che trasformano un’idea in un’attività imprenditoriale, a valorizzare la creatività individuale e collettiva.

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium