/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 22 maggio 2020, 15:10

Cinema all'aperto al Valentino e Parco Dora, un'area per eventi nello stadio del tennis: Torino progetta la Fase 2 degli eventi

Varrà sempre la regola del distanziamento, sia per il pubblico che per gli attori: sul palco quindi sono previste produzioni “ridotte”, mentre in platea sarà necessario distribuire le persone in modo sicuro

Cinema all'aperto al Valentino e Parco Dora, un'area per eventi nello stadio del tennis: Torino progetta la Fase 2 degli eventi

Cinema all’aperto nel parco del Valentino, in piazzetta Reale e per la zona nord al Parco Dora o Peccei o allo Spazio 211. Sono queste alcune delle aree di Torino che potrebbero essere protagoniste quest’estate della Fase 2 della cultura, come illustrato dall’assessore Francesca Leon.

La Città intende puntare su arene sotto le stelle per film e spettacolo, insieme a punti estivi diffusi per la città, che potrebbero accogliere il pubblico da luglio. Così come la movida, varrà sempre la regola del distanziamento, sia per il pubblico che per gli attori: sul palco quindi sono previste produzioni “ridotte”, mentre in platea sarà necessario distribuire le persone in modo sicuro.

Stiamo lavorando – ha spiegato poi Leon – per il recupero dello stadio del tennis, all’interno del Circolo della Stampa Sporting. La prima fase di lavori prevede la messa in sicurezza perché diventi arena dello spettacolo, con l’obiettivo di utilizzarlo già ad agosto: poi verrà impiegato per le Atp Finals del 2021”.

Sul fronte degli investimenti il Comune pensa di mettere circa un milione di euro per l’organizzazione delle iniziative nelle arene dello spettacolo e i cinema all’aperto. Chi vorrà candidarsi ad organizzare eventi e proiezioni potrà farlo rispondendo alla manifestazione d’interesse della Città. Altri punti di aggregazione potranno essere i cortili privati dei condomini, come già accaduto per eventi come il pranzo dei vicini, che saranno coinvolti tramite Atc e la Fondazione Contrada.

Per quanto riguarda i teatri, la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di corso Galileo Ferraris ha annunciato che aprirà l’arena all’aperto. “Il Regio – ha chiarito Leon – verrà coinvolto su un palco ma un grande concerto d’opera, come siamo abituati ora, non si potrà fare perché già solo orchestra e coro non possono stare insieme per il distanziamento. L’ente lirico sta lavorando ad esempio con Venaria Reale”.

Cinzia Gatti

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium