/ Politica
Estate 2020 ad Abano Terme: intervista al sindaco Federico Barbierato

Salute e natura, cultura ed enogastronomia: sono questi i pilastri della proposta a "Km 0" del Comune di Abano Terme per l'estate 2020. Che tipo di vacanza verrà offerta? Come verranno accolti i turisti? Ne parliamo con il sindaco, Federico Barbierato

Pubblicato da Torino Oggi su Martedì 5 maggio 2020

Politica | 04 giugno 2020, 15:10

Sostegno al tpl, rimborsando l'abbonamento agli under 26: le proposte del Pd Piemonte

Le proposte dei consiglieri dem Alberto Avetta e Daniele Valle per la Fase 3

Sostegno al tpl, rimborsando l'abbonamento agli under 26: le proposte del Pd Piemonte

Sostenere il trasporto pubblico locale, rimborsando anche gli under 26 che non hanno potuto usufruire totalmente dell’abbonamento annuale. E’ questo l’obiettivo dell’ordine del giorno e dell’atto dell’indirizzo, presentati rispettivamente dai consiglieri del Pd Alberto Avetta e Daniele Valle, approvati all’unanimità dal Consiglio Regionale.

Il timore di Avetta è che nella Fase 3 i cittadini abbandonino bus e treni, in favore dell’auto privata. La richiesta è di “adottare tutte le misure idonee a garantire la sicurezza degli utenti del TPL; sostenere i progetti delle aziende che riorganizzano gli orari di lavoro in ingresso/uscita dei dipendenti che utilizzano i mezzi pubblici; favorire la mobilità sostenibile anche attraverso incentivi economici per l’acquisto di autovetture elettriche o veicoli a basso impatto ambientale”. “Ma tutto questo -continua - deve andare di pari passo con la tenuta economica e finanziaria delle aziende di trasporto pubblico locale che investono nella qualità del servizio e danno lavoro a 7mila piemontesi”.

E sul tema della mobilità il collega Valle chiede la Giunta si confronto con le aziende locali di bus e treni per “garantire una proroga degli abbonamenti annuali per i giovani al di sotto dei 26 anni pari al periodo di blocco temporale dei mezzi di trasporto pubblico causato dall’emergenza COVID-19 oppure, in alternativa, uno sconto sul rinnovo futuro pari ad una percentuale ponderata dell’importo annuale, in proporzione all’effettiva durata finale della quarantena e delle misure restrittive ad essa connesse” .

Dal momento che il suo costo pesa in modo considerevole su famiglie, studenti e giovani lavoratori che hanno perso, a causa della pandemia, molti mesi di un servizio pagato anticipatamente, è fondamentale intervenire per risarcirli in qualche modo” conclude.

Cinzia Gatti

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium