/ Attualità

Attualità | 24 giugno 2020, 19:57

L'estate 2020 di Giaveno all'insegna delle escursioni nel verde della Val Sangone

Il turismo di prossimità, come occasione da scoprire o riscoprire

L'estate 2020 di Giaveno all'insegna delle escursioni nel verde della Val Sangone

Un bel territorio  quello  che si scopre   avvicinando la Val Sangone, i suoi monti che  fanno da  corona alla valle percorsa dal  torrente,  riservano  al frequentatore  tanto verde, vegetazione, acque e borgate, vecchi  insediamenti e nuovi  ripopolamenti  lambiti e attraversati da  percorsi  che salgono e scendono,  che  cimentano   il passo  e la  pedalata.

Per  l’estate  Giaveno  2020, per il turismo di prossimità, per  chi ci è già stato e  per chi è nuovo,  Giaveno  riserva più di una sorpresa   nel campo  degli  itinerari escursionisti e dei  sentieri, in un ambiente  da apprezzare.

Il programma   della Città di Giaveno   ne  ha selezionati alcuni  segnalati  sulla pubblicazione Summer Village  e scaricabili attraverso l’App Ufficio Turistico di Giaveno, che si  aggiungono a quelli  promossi  e realizzati dalla sezione di Giaveno del Club Alpino Italiano a quelli  del territorio più ampio dell’Unione Comuni  Montani Valsangone  e a quelli  individuabili  consultando il sito Piemonte Outdoor: fra cui  l’itinerario a tappe   Quota 1000  da Valgioie  a Giaveno.

Su  Piemonte  Outdoor  si può trovare  il sentiero tematico letterario Augusto Monti. Un itinerario di quasi 10 chilometri  che si snoda  per un tratto lungo il torrente Romarolo  ed  in compagnia della figura e dell’opera di Augusto Monti, insegnante   di   Cesare Pavese,  Massimo Mila, Giulio Einaudi  e  altri  ed  intellettuale  della  prima metà del  Novecento  che  a borgata Cordia, una delle tappe del percorso trascorse  periodi  di villeggiatura e  da questa vallata e dalla sua gente trasse  spunti per il libro “Val d’Armirolo Ultimo Amore”. Il sentiero,  frutto di un progetto di memoria fra più soggetti,    è stato   realizzato  nel 2006  dalla Sezione  locale del  C.A.I.  che  con  la dedizione  e l’ impegno  dei suoi volontari  vi lavora  per  la manutenzione e la promozione.

Sono  indicati  come opportunità  nel programma  Estate  a Giaveno  per  toccare un po’ tutto il territorio di Giaveno fino ai confini con il vicino  Comune di Valgioie  e scelti con il criterio di essere abbastanza omogenei per  quanto riguarda l’impegno fisico e tecnico richiesto i seguenti percorsi, che  non esauriscono l’offerta del territorio:  l’ escursione alla Ca’ Verde partendo da Borgata  Maddalena, l’escursione Anello del Selvaggio, l’Augusto Monti, l’escursione al Monte Aquila, l’escursione al Colle del Besso da Borgata Tora, l’escursione nel vallone del Fronteglio.

I sentieri   necessitano di essere percorsi con un po’ di allenamento  ed abitudine a camminare  in salita, su  terreni  smossi, fra alberi caduti, guadi   con un po’ di acqua dopo  le piogge, erba alta,  ammassi  di foglie, pietre. Non contemplano difficoltà tecniche se non espressamente indicate  consultando  le cartine e le informazioni   fornite,   ma    richiedono comunque un approccio attento  e l’impiego di scarponcini e  di abbigliamento  idoneo e comodo e volendo bacchette da camminata.

Per  la bici   l’Estate  2020 propone  l’Anello della bassa Val Sangone e la ciclo escursione al Colletto del Forno. Sono inoltre  state programmate  delle escursioni guidate nel rispetto  delle normative vigenti  per adulti e bambini con l’accompagnamento di una Guida Naturalistica  per luglio  e agosto.

"Tra le tante proposte turistiche che caratterizzeranno questa estate giavenese 2020 grande attenzione sarà riservata ai tanti sentieri e alle montagne, ricchezze naturali che rendono unico il nostro territorio. Dai percorsi per i più esperti alle escursioni per i bimbi e le famiglie, cercheremo di rendere fruibile a tutti un turismo ecologico e all'aria aperta che coniugherà natura, sport e cultura", dice l’Assessore alla Cultura, Turismo e Sport Edoardo Favaron.

“Quest’anno  Giaveno e  il suo territorio montano saranno  per il frequentatore e il turista  una scoperta  di  natura  e  paesaggio,  ma  anche  l’occasione in più  per  avvicinare  le aziende,  gli operatori economici e  i ristoratori locali  presso i quali acquistare  e consumare i prodotti del territorio, per  uno spuntino, una merenda sinoira o per   un ricco  pranzo al sacco.  Dal Pane, ai formaggi, ai dolci, alla frutta ai salumi, alle birre  artigianali e molto altro, il paniere locale dispone  di moltissime bontà", dice  l’Assessore al Commercio e all’Agricoltura Marilena Barone.

Informazioni sui sentieri contattando l’Ufficio Turistico  comunale  tel. 011.9374053 – infoturismo@giaveno.it e alla pagina facebook.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium