/ Cronaca

Cronaca | 07 luglio 2020, 13:08

Ancora un caso di maltrattamenti in famiglia, arrestato marito violento

Un 37enne marocchino aveva aggredito la moglie (ricoverata in ospedale) perché stava parlando al cellulare

Ancora un caso di maltrattamenti in famiglia, arrestato marito violento

Anche su un letto d’ospedale ha dovuto sopportare l’ennesima angheria da parte del marito. L’uomo, un cittadino marocchino di 37 anni, è stato arrestato giovedì scorso per maltrattamenti in famiglia e denunciato per furto.

La donna, ricoverata poiché in stato interessante, si trovava all’interno della sua stanza intenta a conversare al cellulare quando all’improvviso entra il marito e le strappa il telefono dalle mani, dicendole che la prossima volta sarebbe tornato con intenzioni ben peggiori. Dopo averla minacciata, l’uomo fugge via e la donna allerta il personale sanitario, raccontando quanto appena accaduto.

Nel frattempo gli agenti della Squadra Volante si recano a casa del trentasettenne, rientrato in quel momento, che dichiara di essere andato a recuperare l’oggetto in quanto di sua proprietà. Alla richiesta di mostrare il telefono in questione, lo straniero riferisce di averlo appena regalato ad un suo amico. Non convinti della versione fornita, i poliziotti fanno squillare il telefono, scoprendolo appoggiato ad un mobile del soggiorno.

Il quadro che va delineandosi, nel corso degli accertamenti, è quello di una famiglia vessata da un marito e padre violento, che in più occasioni si era reso protagonista di gesti violenti nei confronti della moglie, anche in presenza delle figlie minori.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium