/ Politica

Politica | 16 luglio 2020, 15:30

Pugno duro contro la sosta "selvaggia", velox davanti alle scuole, più corsie per le bici: Torino con ANCI per la mobilità sostenibile

I consiglieri M5S Carretto e Albano hanno presentato una mozione che chiede ad Appendino di sostenere le modifiche al codice della strada

Pugno duro contro la sosta "selvaggia", velox davanti alle scuole, più corsie per le bici: Torino con ANCI per la mobilità sostenibile

Pugno duro contro la sosta “selvaggia”, velox vicino alle scuole e nelle strade di quartiere, più zone a traffico limitato, corsie del tpl condivise con le biciclette e una migliore rete ciclabile. Sono queste alcune delle modifiche al Codice della Strada proposte da ANCI - in una lettera inviata lo scorso 6 luglio a parlamentari e al Ministero dei Trasporti – che i consiglieri del M5S Torino Damiano Carretto e Daniela Albano chiedono alla sindaca Chiara Appendino di sostenere con forza presso il Governo.

Durante il lockdown nel capoluogo piemontese - così come Genova, Bologna, Milano e Napoli – sono state tracciati nuovi itinerari per le due ruote, che hanno modificato la viabilità. “Nelle strade principali delle grandi città – si legge nella mozione dei due pentastellati – le auto sono solo il 50%-60% dei veicoli, le bici diventano il 20%-30% e le moto il 15%-25%”.

Per settembre, con il rientro degli alunni in classe, ANCI vuole spingere ancora di più sulla mobilità sostenibile, chiedendo modifiche al codice della strada. Nel dettaglio si chiede “l’utilizzo condiviso con le biciclette delle corsie preferenziale del tpl; l’introduzione del doppio senso ciclabile nelle strade a senso unico per le auto; più sicurezza nelle strade vicino alle scuole limitando la velocità, controllandola con il velox o annullando il traffico con pedonalizzazioni; permettere ai Comune di utilizzare strumenti per combattere la sosta irregolare su marciapiedi, strisce pedonali, parcheggi per disabili”.

Misure che il M5S vorrebbe adottare anche a Torino. Negli scorsi anni la consigliera del M5S Daniela Albano, tramite una mozione approvata in Consiglio Comunale, aveva già chiesto di istituire delle aree “Car free” davanti alle scuole per garantire maggiore sicurezza ai ragazzi. Il collega Carretto aveva invece chiesto, grazie ad un emendamento al documento unico di programmazione che ha ottenuto il sì della Sala Rossa, di avere più autovelox fissi per la città.

Cinzia Gatti

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium