/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 27 luglio 2020, 10:46

Mille nuovi volontari e digitalizzazione: le attività di Vol.To durante l'emergenza Covid19

Il Centro Servizi per il Volontariato Vol.To ha continuato a rispondere ai bisogni di Volontari ed Enti del Terzo Settore: informazioni e dirette Facebook con più di 15mila visualizzazioni, consulenze a distanza e corsi di formazione on line

Mille nuovi volontari e digitalizzazione: le attività di Vol.To durante l'emergenza Covid19

1.188 aspiranti Volontari, di cui 398 già impegnati in attività di tipo emergenziale. 1.052 servizi di consulenza a distanza, 384 partecipanti ai corsi di formazione on line. Più di 15mila visualizzazioni nelle dirette Facebook, 120 associazioni intervistate sul loro impegno nei mesi del lockdown. I numeri non dicono tutto, ma sono molto significativi per raccontare le attività del Centro Servizi per il Volontariato Vol.To nel periodo di emergenza sanitaria e sociale determinata dal Covid19.

La temporanea chiusura delle sedi (che comunque sono state sempre raggiungibili attraverso telefono, e-mail e piattaforme web, e sono riaperte dal 25 maggio in piena sicurezza) e l’obbligo del distanziamento fisico hanno imposto un cambiamento dalla presenza fisica all’on line, ma non hanno fermato il CSV nella sua capacità di rispondere agli Enti del Terzo Settore e ai loro nuovi bisogni.

Gerardo Gatto, presidente del CSV Vol.To: “Sono orgoglioso della risposta che Vol.To ha saputo fornire durante l’emergenza sanitaria Covid-19, un servizio che è tutt’altro che esaurito visto che l’emergenza economica e sociale farà sentire i suoi effetti ancora a lungo. La necessità del distanziamento fisico ha accelerato il processo, comunque inevitabile, della digitalizzazione dei servizi, che dovrà coinvolgere anche il mondo del lavoro per offrire nuove occasioni ai giovani. Ma attenzione, il passaggio all’informatica non deve cancellare una peculiarità del volontariato rispetto ai servizi pubblici, ovvero la capacità di offrire risposte personali e affettive. A tal proposito, carico di altruismo e fecondo di prospettive future è lo slancio con cui centinaia di persone si sono offerte per attività di volontariato. La risposta ricevuta da tante persone dimostra che “il volontariato è una energia irrinunciabile della società. Una risorsa che nasce dalla comunità, che si riverbera nella società, a partire da coloro che si trovano in condizioni di bisogno. La generosità espressa dai Volontari è frutto di una scelta della persona, messa di fronte a sfide e, talvolta, emergenze che la vita delle famiglie e delle comunità ci presenta”, come detto da Sergio Mattarella il 7 febbraio 2020, in occasione di Padova capitale europea del volontariato. Il mondo del volontariato è ora chiamato a un ulteriore passaggio: non deve limitarsi a fornire servizi, ma deve farsi creatore di valore sociale, promotore di un’economia civile che vada a contaminare il mondo delle imprese”.

Il processo di digitalizzazione dell’erogazione dei servizi, l’accesso alle diverse piattaforme per i collegamenti e le riunioni a distanza ha permesso di dare continuità alle attività di Vol.To come di seguito indicato (i dati si riferiscono al periodo 25 febbraio/19 giugno).

• Orientamento al volontariato

VolTo. ha ricevuto e gestito 1.188 candidature di aspiranti Volontari, un numero di richieste pari a quante, solitamente, sono amministrate in un intero anno. Di questi, 627 persone (52,8%) sono alla prima esperienza, 889 persone (74,8%) si sono dichiarate disponibile a fare volontariato anche nella fase post emergenziale.

398 cittadini sono stati inviati a 44 Enti del Terzo Settore del territorio impegnati in attività di tipo emergenziale: ritiro e distribuzione di beni di prima necessità (cibo, farmaci); supporto psicologico, ascolto e compagnia per via telefonica e web; educazione/animazione a distanza per bambini e ragazzi; attività ricreative online per gruppi di persone con disabilità intellettiva; accompagnamento sanitario di pazienti in dialisi o per altri interventi medici indifferibili; sanificazione dei mezzi; donazione di sangue; confezionamento e/o distribuzione di mascherine. La restante parte è stata abbinata con gli ETS che svolgono attività più tradizionali.

• Informazione e comunicazione. 

Il sito internet di Vol.To e i profili social istituzionali sono stati costantemente aggiornati con informazioni utili e approfondimenti relativi agli argomenti di interesse per le associazioni. 

Al contempo, 10 dirette Facebook hanno permesso di approfondire, anche con domande in diretta dei partecipanti, argomenti come la sicurezza nelle attività dei Volontari, gli spostamenti, la gestione del personale e le coperture assicurative; la lettura dei decreti-legge per quanto concerne ETS e Volontari; le attività di Vol.To e degli ETS “in prima linea” durante l’emergenza sanitaria. I video delle dirette, pubblicati sul profilo FB di Vol.To, hanno registrato, ad oggi, più di 15.000 visualizzazioni.

Gli ETS, contestualmente, hanno potuto fruire dei servizi di ufficio stampa, per diffondere alla cittadinanza le proprie attività ed iniziative: 715 servizi sono stati erogati a 120 ETS.

• Consulenza e percorsi di accompagnamento. 

Sono stati erogati 1.052 servizi di consulenza a favore di 387 ETS, in servizi individuali e percorsi di accompagnamento collettivi, con particolare riguardo ai seguenti ambiti: aspetti normativi generali e disposizioni specifiche sull’emergenza; sicurezza dei Volontari; modalità di svolgimento delle assemblee; gestione degli ETS; modifiche statutarie; fiscale e amministrativa; 5X1000; Privacy; comunicazione e utilizzo piattaforme web; progettazione e ricerca fondi; assicurazioni. Inoltre sono state erogate 54 consulenze per la costituzione di nuovi ETS a cittadini interessati al tema.

• Formazione. 

I corsi di formazione organizzati a distanza da Vol.To, che hanno coinvolto 384 partecipanti di 158 ETS, hanno privilegiato argomenti segnalati dai Volontari: piattaforme per videoconferenze, utilizzo di Office 365 e G Suite, social Media Marketing, strumenti di digital fundraising, giovani e volontariato, sicurezza nell’ambito delle attività dei Volontari in particolare nell’emergenza sanitaria.

Comunicato Stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium