/ Attualità

Attualità | 01 agosto 2020, 22:39

Juve, premiazione e festa dopo l’ennesima sconfitta: la Roma vince 3-1 allo Stadium

I Campioni d’Italia terminano il campionato con un punto di vantaggio sull’Inter: venerdì, per la sfida di Champions League con il Lione, servirà tutta un’altra squadra

Foto di Juventus

Foto di Juventus

La Juve perde ma festeggia. E’ una sconfitta indolore, ma che solleva inevitabilmente qualche dubbio per modalità e prestazione quella arrivata nell’ultima giornata con la Roma. In un clima da dopo lavoro ferroviario, i ragazzi di Sarri collezionano la seconda sconfitta consecutiva, la settima stagionale: i giallorossi si impongono 3-1, trovando la prima vittoria allo Stadium.

Illusorio il vantaggio di Higuain, imbeccato da Rabiot. Con il passare dei minuti la Juve si spegne, i ragazzi dell’Under 23 schierati per far tirare il fiato ai titolari non incidono e la Roma si impone, trascinata da uno straordinario Zaniolo, desiderio di mercato di Fabio Paratici. Kalinic prima e un doppio Perotti consegnano la vittoria ai giallorossi. Per la Juve da segnalare il ritorno in campo di Demiral e il 13esimo rigori a sfavore: i bianconeri sono la squadra che ne ha subiti di più di tutta la Serie A, insieme al Lecce.

Alla fine del match premiazione e consegna della coppa a suggellare il nono scudetto di fila. Un record storico, festeggiato comunque con sobrietà dai bianconeri. La testa va inevitabilmente a venerdì, quando nello stesso stadio la Juve dovrà battere il Lione e ribaltare lo 0-1 incassato all’andata per qualificarsi alle Final Eight di Champions League. In tutto questo, vi è una certezza: per passare il turno i bianconeri dovranno tirare fuori dal cilindro una prestazione ben differente rispetto a quelle dell’ultimo mese. In Cristiano Ronaldo, oggi ai box per arrivare in forma alla sfida europea, sono riposte le speranze dei tifosi della Juventus.

 

Juve-Roma 1-3: (Higuain, Kalinic, Perotti, Perotti)

 

Juventus (4-3-3): Szczesny (Pinsoglio); Danilo, Rugani, Bonucci (Demiral), Frabotta; Rabiot (Ramsey), Muratore, Matuidi; Bernardeschi (Olivieri), Higuain (Vrioni), Zanimacchia.

 

Roma (3-4-2-1): Fuzato; Ibanez (Juan Jesus), Smalling, Fazio; Calafiori (Bruno Peres), Villar, Cristante (Santon), Zappacosta; Perotti (Kluivert), Zaniolo (Under), Kalinic.

Andrea Parisotto

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium