/ Cronaca

Cronaca | 10 agosto 2020, 10:28

Guida l'autocarro in stato di ebbrezza e urta due veicoli in sosta: la scatola nera rileva altre 34 violazioni

Protagonista un autotrasportatore in arrivo da Mantova. L'incidente è avvenuto in corso Regina Margherita. All'uomo è stata ritirata la patente

Guida l'autocarro in stato di ebbrezza e urta due veicoli in sosta: la scatola nera rileva altre 34 violazioni

Sabato sera, intorno alle ore 19.00, un autocarro carico di derrate alimentari, proveniente da Mantova, ha urtato due veicoli in sosta in corso Regina Margherita, in prossimità di un supermercato. Sul posto, per i rilievi del sinistro stradale, fortunatamente con soli danni materiali, si è recata una pattuglia del Comando Sezione VI della Polizia Municipale di Torino, che, per il controllo del mezzo pesante, ha richiesto l'intervento di personale specializzato del Reparto Radiomobile.

Il conducente, sottoposto alla prova dell'etilometro, è risultato positivo, in stato di ebbrezza con un valore di 1.33 (per gli autisti professionali deve essere pari a 0).

Successivamente gli agenti hanno scaricato i dati dal tachigrafo (la scatola nera dei mezzi pesanti) e, dopo una prima analisi, lo strumento ha rilevato numerose violazioni (34) relative ai tempi di guida, di riposo e di pausa. Tra i dati più eclatanti sono emersi un riposo giornaliero di 3 ore e 58 minuti (anziché di 9 ore come previsto dalla legge) e una guida giornaliera di 13 ore e 58 minuti (invece del massimo previsto di 10 ore).

 Inoltre i dati hanno indicato la presenza di 6 allarmi emessi dalla strumentazione di bordo per guida senza carta nel tachigrafo e un eccesso di velocità di 94 km/h (limite categoria 80 km/h). Nei prossimi giorni il personale specializzato analizzerà dettagliatamente i dati elaborati dalla strumentazione e procederà alla contestazione delle violazioni.

Al conducente è stata ritirata la patente di guida e il mezzo pesante è stato recuperato dal titolare che nel frattempo è giunto sul posto.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium