/ Politica

Politica | 22 settembre 2020, 19:55

Bonus Inps, il sindaco di Nichelino difende Diego Sarno: "Non è un criminale"

Giampiero Tolardo sul suo ex assessore, oggi Consigliere regionale: "Ha sbagliato e pagherà, ma non ha ucciso nessuno"

Bonus Inps, il sindaco di Nichelino difende Diego Sarno: "Non è un criminale"

La bufera Bonus Inps, che ad agosto aveva travolto politici, deputati e consiglieri regionali, aveva fatto finire nel centro del mirino Diego Sarno.

L'esponente dem era stato duramente attaccato anche da esponenti del suo partito, c'era stata una richiesta di dimissioni da parte di diversi circoli della cintura sud di Torino del Pd, anche molte forze politiche di Nichelino, la sua città, avevano usato toni ed espressioni forti nei confronti di Sarno, chiedendogli di fare un passo di lato.

Il sindaco Giampiero Tolardo, che ha avuto per tre anni come assessore l'attuale consigliere regionale, dopo aver scelto per settimane di non esporsi sul tema, lo ha fatto con un lungo post su Facebook. "Vengo ora alla questione Sarno, su cui da settimane alcuni mi chiedono stizziti un’opinione. Il motivo? Perché Diego è mio amico e compagno. Si erano convinti che non avrei avuto il coraggio di dire, anche pubblicamente, che ha sbagliato. Diego Sarno ha sbagliato; non solo lo ha riconosciuto, ma ha fatto di più".

"È stato l’unico (non mi risulta che altri l’abbiano fatto) a rendere pubblica la cosa senza che gliene chiedessero conto. Molti altri, invece, sono rimasti accovacciati in un angolo, sperando che nulla uscisse", ha sottolineato il primo cittadino di Nichelino. "Diego è una persona che conosco da 15 anni, con una storia di impegno politico di grande valore, passione per il volontariato e protagonista di durissime battaglie sul tema della legalità".

"Diego in modo certamente inopportuno ha chiesto il bonus partite IVA previsto dal governo nel decreto Cura Italia. Non ha però commesso un reato, ricordiamocelo. Ha sicuramente commesso un errore che ha deciso di compensare attraverso la creazione di un Comitato a sostegno dei lavoratori colpiti dall’emergenza sanitaria a cui devolverà sei mesi di stipendio da Consigliere Regionale. Una sorta di “ravvedimento operoso”, come lo ha definito il Dott. Gian Carlo Caselli, Presidente del suddetto Comitato".

"Diego Sarno è un rappresentante di uno dei pochi partiti che ha organi di controllo sui comportamenti dei propri iscritti e ad oggi la commissione regionale di garanzia di quel partito ha preso atto della SUA autosospensione, non ritenendo esserci gli estremi per una richiesta di dimissioni dal ruolo di consigliere regionale, ne tantomeno per espellerlo dal partito", ha aggiunto Tolardo.

"Nella vita possiamo commettere errori (solo chi non fa non sbaglia) e a queste esiste sempre un prezzo commisurato e proporzionale da pagare. È cosi in tutti i paesi civili", ha concluso il sindaco di Nichelino.

Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium