/ Cronaca

Cronaca | 24 settembre 2020, 09:00

Gli avvertimenti non servono a fermare la violenza sulle donne: due uomini in manette a Trofarello e Beinasco

Nei guai un italiano di 45 anni e un romeno di 37: entrambi erano già stati allontanati da casa per episodi precedenti, ma hanno continuato a perseguitare le ex compagne

Gli avvertimenti non servono a fermare la violenza sulle donne: due uomini in manette a Trofarello e Beinasco

Ancora casi di maltrattamenti e di violenza in famiglia: un'ondata che sembra non avere fine. I nuovi episodi, scoperti dai carabinieri, si sono verificati a Trofarello e Beinasco.

A finire nei guai, nel primo caso, è stato un italiano di 45 anni, abitante a Trofarello, accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali nei confronti dell’ex compagna. Per gli stessi reati già in passato gli era stato fatto divieto di avvicinamento alla donna. I fatti si sono verificati dal 2018 fino al mese di giugno scorso. L’uomo maltrattava la propria compagna, con cui viveva da circa 20 anni, insieme ai due figli di 12 e 19 anni.
Una vera tortura quotidiana fatta di vessazioni, umiliazioni e violenze fisiche e minacciando inoltre la donna di farle del male se avesse interrotto il rapporto.
L'uomo era arrivato addirittura a far pervenire messaggi minatori, tramite terze persone che a volte si spacciavano per dipendenti di uno studio legale, ai familiari della sua ex e ai suoi figli. Con le ultime denunce della donna è scattato  l’aggravamento del provvedimento e quindi l’arresto dell’uomo.

A Beinasco, invece, i militari della stazione di Orbassano hanno arrestato un romeno di 37 anni (già colpito da misura di allontanamento dalla casa famigliare) dopo che l’uomo aveva continuato a minacciare e a pedinare la sua ex compagna alla ricerca disperata di un suo amante. 

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium