/ Attualità

Attualità | 28 settembre 2020, 15:05

Monopattini indisciplinati, 210 le multe nel 2020: per educare gli utenti in arrivo una Caccia al Tesoro con premi

Per quanto riguarda le bici, nei primi mesi dell’anno corrente le sanzioni elevate sono invece 304. Magliano attacca: “In termini di programmazione per voi la disabilità è l’ultima delle priorità”

Monopattini indisciplinati, 210 le multe nel 2020: per educare gli utenti in arrivo una Caccia al Tesoro con premi

Una caccia al tesoro per educare i conducenti indisciplinati dei monopattini. E’ questa l’idea dell’amministrazione per porre fine ai comportamenti scorretti di alcuni utenti della mobilità dolce: a renderlo noto è l’assessore alla Viabilità Maria Lapietra, durante la discussione di un’interpellanza firmata da Silvio Magliano (Moderati) in Consiglio comunale.

Il quadro delineato dall’assessore parla di 210 multe elevate nei primi otto mesi del 2020, da gennaio al 2 settembre per i conducenti di monopattini. Le motivazioni? Le più varie: si va dalla circolazione in due al semaforo rosso bruciato, passando per l’assenza di gilet giallo catarifrangente una volta tramontato il sole. Per quanto riguarda le bici, invece, le sanzioni sono 304.

Come invertire quindi un trend che penalizza soprattutto la categoria più debole degli utenti della strada, i disabili? Con una Caccia al Tesoro, appunto. L’evento si svolgerà il 10 ottobre, con la collaborazione degli stessi gestori dei monopattini. “Ai partecipanti verrà chiesto di trovare mezzi parcheggiati male, magari in mezzo al marciapiede o appoggiati alle pareti di un palazzo e di posizionarli negli stalli realizzati ad hoc” ha spiegato l’assessore ai Trasporti Maria Lapietra. I vincitori della Caccia al Tesoro, i partecipanti più virtuosi, riceveranno dei bonus in denaro da utilizzare nella corsa successiva.

Lapietra ha poi ribadito come vi sia la ferma volontà di aumentare le sanzioni per i veicoli parcheggiati in malo modo che ricadranno sulle compagnie dei monopattini in un primo momento: “Spetterà poi ai gestori rivalersi sull’utente ultimo”.

Contrariato il capogruppo dei Moderati Silvio Magliano, primo firmatario dell’interpellanza: “Nel nome dell’esasperazione della viabilità a due ruote, avete danneggiato gli ultimi, i disabili”. “E’ sbagliato pensare di regolamentare gli utenti dopo mesi, bisognava farlo subito. In termini di programmazione per voi la disabilità è l’ultima delle priorità”.

Andrea Parisotto

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium