Elezioni comune di Torino

 / Eventi

Eventi | 03 ottobre 2020, 15:10

La gastronomia incontra la creatività: alla Mole si “accendono i fornelli” per la prima edizione di Buonissima

Chef rinomati daranno vita a una cena ospitata all’interno del museo del Cinema. Ad animare la serata in piena atmosfera felliniana, gli spettacolo diretti da Arturo Brachetti

La gastronomia incontra la creatività: alla Mole si “accendono i fornelli” per la prima edizione di Buonissima

La gastronomia come strumento per far conoscere al mondo Torino e la sua creatività. E’ con questo ambizioso obiettivo che venerdì 30 ottobre avrà luogo la prima edizione di Buonissima, rassegna d’alta gastronomia, arte e bellezze ospitata all’interno della Mole Antonelliana, simbolo di Torino.

La manifestazione trasformerà il Museo del Cinema in un vero e proprio tempio della gastronomia. Ai fornelli, infatti, si alterneranno cinque tra i più grandi chef del pianeta: Ana Los, Albert Adrià, Norbert Niederkofler, Mauro Uliassi e Ferran Adrià, oltre a Federico Zanasi. Parlare di Buonissima come un semplice “cena” sarebbe però riduttivo: ad animare la serata, sull’onda di una creatività tipica torinese, gli spettacoli e le atmosfere felliniane orchestrati da Arturo Brachetti.

“Vogliamo che giornalisti e turisti internazionali si accorgano della bellezza di Torino. Noi daremo loro un buon motivo gastronomico per arrivare in città, la città mille ragioni per innamorarsene” spiegano Matteo Baronetto, chef del Cambio, e i giornalisti Stefano Cavallito e Luca Iannarino, ideatori del grande evento. 

A dare ancora più risalto alla manifestazione “Buonissima Off”: per tutta la giornata di venerdì 30 ottobre, infatti, presso Combo di Porta Palazzo avranno luogo una serie di laboratori, mentre giovedì 29 ottobre in alcuni ristoranti di Torino si terranno cene a più mani, con le quali Torino darà il benvenuto al pubblico nazionale e internazionale. 

Gastronomia, arte e creatività: gli ingredienti per una ricetta pronta a ritornare con ancora più forza nel 2021. Buonissima infatti si espanderà nel tempo, diventando una manifestazione di cinque giorni fatta di cene, degustazioni e incontri abbinati all’arte e allo spettacolo.

“Ho guardato il calendario degli appuntamenti di Buonissima, sono tutti di assoluta eccellenza e qualità. Bisogna fare poche cose ma di altissimo livello, questo per noi deve essere un obiettivo. Intelligente poi associare il gusto del palato al gusto del cinema: questa è una terra che sa appagare tutti i sensi” è il pensiero di Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium