/ Politica

Politica | 21 ottobre 2020, 14:06

Grimaldi (LUV): “In Emilia partiti i test a tappeto gratuiti, qui solo annunci, attese e scaricabarili"

"Il ministro Speranza prenda in mano il Caso Piemonte”

Grimaldi (LUV): “In Emilia partiti i test a tappeto gratuiti, qui solo annunci, attese e scaricabarili"

“Da lunedì 19 ottobre, in Regione Emilia Romagna è previsto lo screening gratuito e rapido – si svolge in soli 15 minuti – disponibile su prenotazione in oltre 830 farmacie che rimarrà attivo fino al 30 giugno 2021, con la possibilità di sottoporsi al test anche più di una volta lungo l’anno scolastico.

Con una stima prevista di almeno 400.000 test nel primo mese, l’Emilia-Romagna investe in maniera significativa sull’individuazione e sulla circoscrizione del contagio da virus SARS-CoV-2: ogni test in farmacia costa infatti al Servizio sanitario 16,76 euro, comprensivi del costo del test e dei dispositivi, ma naturalmente per il cittadino tutto sarà gratuito. Si tratta di una massiccia indagine epidemiologica, con cui l’Emilia Romagna rafforza ulteriormente l’attività di prevenzione e controllo contro il Coronavirus, resa possibile grazie all’accordo siglato con le associazioni di categoria territoriali delle farmacie convenzionate, pubbliche e private.

Ecco, mentre là avviene tutto questo, in Piemonte invece continuano gli annunci, l’attesa dei risultati dei tamponi, l’intasamento dei laboratori e le code agli hotspot per sottoporsi ai test tradizionali. Il Presidente aveva fatto nuove promesse: “tamponi rapidi che faremo fare ai laboratori privati, ai medici di base, alle farmacie, per dare la possibilità di fare il massimo screening possibile”, dice; aggiungendo che “se saremo capaci di fare questo nelle prossime settimane potremmo trascorrere davvero un buon Natale”.

Il ‘Pippo Cirio Show’ continua la sua televendita, la Lega nega il caso Piemonte e nel frattempo siamo di nuovo messi malissimo (solo la Lombardia sta peggio). Noi speriamo che le cose cambino davvero, e siamo pronti a votare subito le modifiche al bilancio necessarie a fare questi test a tappeto. Noi vogliamo evitare nuovi lockdown, Icardi e Cirio smettano di scaricare su altri le proprie responsabilità e, come diciamo da mesi, se non sono in grado chiediamo al Ministero della Sanità di prendere in mano la situazione piemontese” – così su Facebook il consigliere regionale Marco Grimaldi, capogruppo di Liberi Uguali Verdi in Regione Piemonte.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium