/ Politica

Politica | 21 ottobre 2020, 18:45

Monte Bianco, Lega: "No all'immobilismo, Di Maio risponda"

Presentata un'interrogazione al ministro degli Esteri per sapere come intenda procedere per fermare l'arrogante azione della Francia in riferimento ai confini tra i due paesi nella zona contesa della cima del Monte Bianco e del colle del Gigante

Monte Bianco, Lega: "No all'immobilismo, Di Maio risponda"

"Abbiamo presentato un'interrogazione al ministro degli Esteri per sapere come intenda procedere per fermare l'arrogante azione della Francia in riferimento ai confini tra i due paesi nella zona contesa della cima del Monte Bianco e del colle del Gigante fino a punta Helbronner". Così i senatori della Lega Giorgio Maria Bergesio, Marzia Casolati, Roberta Ferrero, Enrico Montani, Cesare Pianasso, William De Vecchis, Gianfranco Rufa, Umberto Fusco, Gianpaolo Vallardi, Gian Marco Centinaio, firmatari dell'interrogazione.

"In questo distretto la Francia pare fare da sè, aggiustando i confini a suo piacimento, tanto da includere il luogo di arrivo della funivia proveniente da Courmayeur  - incamerando i relativi proventi -  e il luogo che ospita lo storico rifugio "Torino", situato proprio nei pressi di Punta Helbronner. Tuttociò è inaccettabile ma ancor più insopportabile è il silenzio e la debolezza dell'azione del ministro Di Maio, che non va oltre le canoniche e timidissime proteste formali a mezzo ambasciatore".

"Si svegli, Di Maio, e faccia valere le ragioni nazionali senza aggiungere un ulteriore dossier fatto di indecisione e di impotenza che ancora di più confinerebbero la nostra politica estera in un angolo sempre più buio", concludono gli esponenti della Lega.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium