/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 23 ottobre 2020, 11:03

Coronavirus, commercianti in piazza mercoledì 28 per invocare aiuti dallo Stato

Il presidente di Epat Torino Alessandro Mautino. "Dal Governo ci aspettiamo un sostegno vero, non possono dimenticarsi di noi"

Coronavirus, commercianti in piazza mercoledì 28 per invocare aiuti dallo Stato

Anche il mondo dei pubblici esercizi torinesi scende in piazza mercoledì 28 ottobre per sollecitare un aiuto della politica a fronte delle nuove regole imposte dall'emergenza Coronavirus.

Ad annunciare l'adesione all'iniziativa lanciata da Fipe Confcommercio, è il presidente di Epat Torino Alessandro Mautino. "Dal Governo ci aspettiamo degli aiuti. Noi continueremo a far sentire la nostra voce e mercoledì ci sarà anche a Torino una manifestazione del mondo del pubblico esercizio", ha detto ad una nota radio torinese.

"Uno Stato non si può dimenticare di noi, di tutto il mondo del pubblico esercizio di cui fanno parte ad esempio anche le discoteche, chiuse dalla fine di febbraio, o il mondo del catering che è in estrema sofferenza - aggiunge Mautino - Finché non vedo non credo, ma sono costretto a sperarci perché sarebbe un assurdo che non arrivassero dei sostegni adeguati".

Per Mautino con il Dpcm che impone la chiusura a mezzanotte e il divieto di somministrazione non al tavolo dopo le 18 "si è dato un duro colpo e sembra sempre che sia strumentalizzata un po' questa parte della giornata e di tessuto operativo che non sono sicuramente le prime fonti di contagio".

Positivo invece il giudizio sull'ordinanza della sindaca Chiara Appendino "perché i problemi non si creano nei locali, ma fuori e dopo l'orario di chiusura".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium