/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 26 ottobre 2020, 09:13

Escp, la business school al settimo posto nella top 10 delle migliori scuole secondo il Financial Times

La classifica considera l’offerta didattica di istituzioni a livello mondiale e fotografa la situazione dei partecipanti a tre anni dal termine del loro percorso di studi

Escp, la business school al settimo posto nella top 10 delle migliori scuole secondo il Financial Times

La Business School internazionale ESCP scala la classifica dei migliori Executive MBA e rientra al settimo posto nella Top 10 dei Master in Business Administration part-time stilata annualmente dal Financial Times, che considera l’offerta didattica di istituzioni a livello mondiale e fotografa la situazione dei partecipanti a tre anni dal termine del loro percorso di studi.

Indicato per accelerare l’avanzamento professionale di giovani manager ed executive ad alto potenziale con almeno cinque anni di esperienza lavorativa e studiato per essere compatibile con l’attività dei suoi partecipanti, il percorso emerge in particolare sotto il profilo del “Career progress”, il criterio che considera la crescita professionale ottenuta grazie all’EMBA comparando la posizione ricoperta in azienda prima dell’iscrizione con quella acquisita una volta conseguito il titolo. Al termine del Master i graduate, infatti, prevedono un incremento di stipendio pari al 78%, un dato che consolida ESCP come una delle Business School più prestigiose a livello globale per imprimere una svolta alla propria carriera professionale. ESCP si conferma ancora una volta al vertice del ranking in Italia, mantenendo saldamente la prima posizione tra chi eroga il programma nella penisola.

Il Master è inoltre al primo posto anche in termini di “Aims achieved”, la misura in cui i partecipanti hanno raggiunto i propri obiettivi. Il programma ha guadagnato il terzo posto in “Corporate social responsibility”, che rileva la proporzione di corsi di base dedicati a CSR, etica, questioni sociali e ambientali. La sostenibilità è diventata un argomento centrale e nel corso dell’intero programma i manager affrontano sfide per ripensare il business, per prendere in considerazione le risorse naturali, il benessere umano e garantire performance sostenibili. La classifica ha inoltre mostrato l'importanza del tema “Diversity” in ESCP, con una percentuale di studenti e docenti internazionali che costituiscono l'83% della classe EMBA: una risorsa inestimabile nell'ambiente aziendale globale di oggi.

"Annoverare ESCP tra i primi 10 Executive MBA in tutto il mondo è un risultato incredibile per la nostra comunità, che con la sua ineguagliabile passione ha permesso al nostro Master di prosperare e fornire un valore tangibile ai nostri studenti", afferma il Prof. Frank Bournois, Dean di ESCP Business School.

"Oggi più che mai, la formazione dei top manager si conferma un’arma vincente per competere nei mercati globali dove le qualità strategiche della leadership e la sua capacità di anticipare i tempi sono fondamentali – spiega il Prof. Francesco Rattalino Direttore di ESCP Torino Campus –. In un contesto internazionale di eccellenza, l’EMBA fornisce ai dirigenti tutti gli strumenti per migliorarsi come leader. Le imprese riconoscono nei nostri partecipanti un valore aggiunto, sostenendoli in un rapido avanzamento di carriera e affidandogli posizioni chiave".

L’EMBA di ESCP offre uno stile di formazione interculturale e prepara i manager a contesti altamente sfidanti e competitivi. Combinando la teoria accademica con la pratica, l’Executive MBA offre ai leader l’opportunità di ottenere una visione strategica e responsabile in un ambiente estremamente ricco, diversificato e multiculturale. Il programma fornisce una formazione in general management su tutte le tematiche di gestione d’impresa ed è erogato, completamente in lingua inglese, attraverso diversi percorsi di studio disponibili tra cinque campus in Europa (a Berlino, Londra, Madrid, Parigi e Torino) o Medioriente (Beirut) e uno itinerante tra le varie sedi. Il percorso formativo prevede diverse formule che vanno dai 18 ai 30 mesi e si compone di 9 moduli base, 10 corsi elective, 5 seminari internazionali in tutto il mondo (Brasile, Cina, India) e un International Consulting Project in azienda.

Manager e top executive ad alto potenziale sono liberi di organizzare il percorso di studi in modo che possa facilitare il raggiungimento dei loro obiettivi professionali e portarli verso un salto di carriera. La classe 2020 accoglie 114 partecipanti provenienti da 35 diverse nazioni, con una età media di 38 anni e un’esperienza lavorativa di circa 13 anni. Ogni manager è chiamato a seguire lezioni dinamiche in cui è necessaria una partecipazione attiva e ogni tematica affrontata è di forte utilità e interesse perché contestualizzata in aziende reali.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium