/ Attualità

Attualità | 04 novembre 2020, 08:40

I lavoratori dello spettacolo sabato di nuovo in piazza: "La Regione sostenga intermittenti e subordinati"

La manifestazione è in programma sabato 7 novembre, ore 15, in piazza Castello

I lavoratori dello spettacolo sabato di nuovo in piazza: "La Regione sostenga intermittenti e subordinati"

Reddito, diritti e tutele. Continuano a essere questi i punti fermi ribaditi a gran voce dai lavoratori dello spettacolo che, a Torino come in altre città d'Italia, si preparano a a una nuova manifestazione di protesta sabato 7 novembre.

Indetto dalla Risp - Rete intersindacale professionisti spettacolo e cultura, dai Lavoratori e lavoratrici dello spettacolo Piemonte e da ADL Cobas, l'appuntamento è in piazza Castello alle ore 15. 

"Da marzo il mondo dello spettacolo e della cultura è stato fermato per limitare la possibilità di contagio in ogni modo - spiegano i portavoce del coordinamento piemontese -. Subito abbiamo rilevato l’urgenza della situazione, e ci siamo uniti per discutere con le autorità sia le misure di sostegno per chi non può lavorare, sia un piano per ricostruire il nostro settore incenerito dallo stop e dalla pandemia".

"Ora che l’autunno è arrivato - proseguono - vediamo che le uniche a non essersi concretamente preparate sono le autorità pubbliche: protocolli firmati ma non attuabili, trasporti in tilt, un sistema sanitario sul quale non è stato fatto il minimo investimento.
È tempo di ricevere risposte concrete".

La richiesta alla Regione Piemonte è di "pubblicare il bonus per intermittenti, subordinati e parasubordinati, fino a oggi dimenticati". 

"Serve essere ascoltati e serve pragmatismo - concludono -, perché un secondo lockdown imminente non può che essere un ennesimo disastro sociale ed economico per il nostro comparto, come per tutto il resto del Paese".

Manuela Marascio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium