/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 11 luglio 2019, 14:30

Rete 5G: cosa succederà quando sarà realmente fruibile in tutta Italia

La rete 5G è una delle tecnologie più rivoluzionare e controverse degli ultimi tempi

Rete 5G: cosa succederà quando sarà realmente fruibile in tutta Italia

La rete 5G è una delle tecnologie più rivoluzionare e controverse degli ultimi tempi. Sono tanti i comuni che si stanno opponendo all’implementazione delle antenne richiedendo maggiore chiarezza, anche se vari studi hanno già confermato che la tecnologia è sicura alle frequenze e intensità attuali. Viste le pressioni delle compagnie telefoniche e i vantaggi presentati, è chiaro che sia destinata a sostituire completamente il 4G, e secondo alcuni anche il Wi-Fi tradizionale.

Probabilmente, il 5G è abbastanza incompreso anche perché non facilmente utilizzabile nella maggior parte delle zone. Questo è dovuto sia al fatto che le antenne non sono ancora state attivate nella maggior parte del territorio, ma solo in poche città sperimentali, e anche perché i dispositivi in commercio che supportano realmente questa nuova tipologia di connessione sono veramente pochi. Nello specifico solo i modelli di punta di società come Apple, Samsung e Huawei sono in grado di consentire la navigazione in 5G. Aggiungendo a questo il fatto che sia necessario attivare un abbonamento speciale per poter usufruire di questa connessione, è chiaro che molti vedano più problemi che vantaggi in questa rete.

È chiaro che la nuova tecnologia abbia ancora bisogno di un po’ di tempo per sfoderare tutto il suo potenziale, tuttavia, già da quello che si è potuto vedere fino ad ora è sicuramente destinata a cambiare il mondo come lo conosciamo oggi, compresa l’Italia. Proprio il 2021 dovrebbe essere l’anno di lancio della nuova rete e il settore che subirà i primi effetti è sicuramente internet, e tutti i servizi in esso contenuti. In questo senso, nasceranno nuovi servizi di streaming, nuovi sistemi di shopping online, nuovi videogiochi e nuovi casinò nel 2021 che saranno compatibili alla velocità di connessione offerta dalla rete di ultima generazione.

Quali sono i pro del 5G?

La maggiore velocità di connessione è solo l’apice di una serie di vantaggi che il 5G consentirà di ottenere. Senza dubbio il fatto di poter navigare fino a 1Gbps a secondo non è qualcosa di poco conto, tuttavia anche la bassissima latenza, cioè il ritardo tra invio e ricezione di una comunicazione trasmessa elettronicamente non è qualcosa da sottovalutare, dato che permetterà delle interazioni a distanza completamente nuove, in settori ancora poco esplorati a livello tecnologico.

Per coloro che si stessero chiedendo cosa può comportare una velocità elevata e una latenza bassa, possiamo citare gli ologrammi in tempo reale. Nessuna connessione fino ad ora era in grado di consentire di trasmettere ologrammi così nitidi e dal vivo come quella fornita dal 5G. Una dimostrazione della potenza della tecnologia è già stata fatta durante il celebre talent show X-Factor, dove è stato trasmesso un ologramma di Gianna Nannini che cantava in diretta sul palco mentre in realtà si trovava in Germania.

L’intrattenimento non è l’unico settore che beneficerà della rete. Quando si parla di 5G infatti un altro vantaggio che viene in mente, sempre favorito dalle caratteristiche di velocità e latenza, sono le operazioni chirurgiche a distanza. Attualmente, anche se un’operazione chirurgica eseguita con collegamento al di fuori della sala operatoria è possibile, i tempi di ritardo tra interazione del medico ed effettiva esecuzione del movimento sono un limite. Il 5G consentirà di eseguire movimenti in tempo reale su un paziente posizionato dentro la sala operatoria, mentre il chirurgo, potenzialmente, potrebbe trovarsi anche in un’altra nazione.

Un altro campo sottovalutato, ma che beneficerà tantissimo dell’implementazione della nuova rete è quello agricolo. La società di telecomunicazioni TIM sta lavorando tantissimo proprio in questo senso. L’idea è quella di poter sfruttare la tecnologia di collegamento per interconnettere dispositivi fondamentali per le attività agricole in modo da migliorare l’efficienza di produzione, riducendo al tempo stesso gli scarti.

In conclusione, il 5G è destinato a cambiare il mondo, per cui non resta che aspettare.

 

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium