/ Cronaca

Cronaca | 26 novembre 2020, 15:40

Inchiesta Ream bis, ascoltati dal pm Colace gli ultimi testimoni

La procedura che non convince gli inquirenti riguarda in particolare la caparra da 5 milioni che Ream, partecipata di Crt, ha versato a fine 2012 come diritto di prelazione sul progetto di riqualificazione

Inchiesta Ream bis, ascoltati dal pm Colace gli ultimi testimoni

Ascoltati gli ultimi testimoni nell'ambito dell'inchiesta bis su Ream, riguardante l'area ex Westinghouse. Il pm Gianfranco Colace, titolare del fascicolo aperto dalla procura, ha sentito quattro funzionari di Comune e Regione Piemonte, per cercare di capire come fu preparata la gara relativa all'assegnazione dei progetti di sviluppo dell'area.

I fatti risalgono all'epoca dell'amministrazione Fassino, giunta di centrosinistra. La procedura che non convince gli inquirenti riguarda in particolare la caparra da 5 milioni che Ream, partecipata di Crt, ha versato a fine 2012 come diritto di prelazione sul progetto di riqualificazione. Mentre l'anno successivo, quando la gara viene indetta, Ream non partecipò. Da qui il debito maturato nei confronti del Comune, passato alla giunta Appendino.

E proprio la sindaca di Torino è stata condannata nel processo Ream a sei mesi, in primo grado, per falso in atto pubblico. Al momento non ci sono iscritti nel registro degli indagati.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium