/ Sanità

Sanità | 02 dicembre 2020, 15:15

L'Asl To3 lancia il progetto europeo 'Donne', coinvolti Comune di Collegno e Ciss di Pinerolo

Obiettivo: migliorare l’accesso alle cure e favorire la conciliazione della vita familiare e professionale delle donne che si trovano in situazione di fragilità

L'Asl To3 lancia il progetto europeo 'Donne', coinvolti Comune di Collegno e Ciss di Pinerolo

Migliorare l’accesso alle cure e favorire la conciliazione della vita familiare e professionale delle donne che si trovano in situazione di fragilità. Sono gli obiettivi del progetto europeo “Donne”, che in questi giorni sta entrando nella fase operativa nell’Asl To3, con la firma delle convenzioni fra l’azienda sanitaria e i due enti attuatori, la Città di Collegno e il Ciss, Consorzio Intercomunale Servizi Sociali di Pinerolo.

L’iniziativa rientra nell’ambito del programma Alcotra per la cooperazione transfrontaliera tra Italia e Francia, vede come capofila la Città metropolitana Nice Côte d’Azur e come partner l’Asl To3, la Regione Liguria e la comunità Provence Alpes. Il finanziamento previsto è di 1,5 milioni di euro, quasi completamente stanziati dall’Unione europea, di cui 493mila euro destinati all’Asl To3.

Saranno dunque la Città di Collegno e il Ciss, consorzio che raggruppa 30 Comuni del Pinerolese, i soggetti attuatori sul nostro territorio, sotto il coordinamento dell’azienda sanitaria. Il progetto prevede innanzitutto di rafforzare la rete fra i referenti Asl e le associazioni che si occupano a vario titolo di donne in condizioni di disagio, anche attraverso eventi formativi rivolti al personale sanitario, ai volontari, ai cittadini e alle figure di riferimento delle comunità.

Collegno, implementando buone pratiche già consolidate negli anni in esperienze come il Centro Donna, si occuperà in modo approfondito dell’assistenza, dell’accompagnamento e dell’aiuto psicologico alle donne vittime di violenza o in situazione di difficoltà legata all’ambito familiare, relazionale e culturale.

L’intervento del Ciss è più specificamente legato all’inserimento lavorativo di donne in condizioni di fragilità socio-economica (o, ad esempio, in situazione di marginalità abitativa). Attraverso la collaborazione con le agenzie formative locali, saranno inserite in corsi di formazione e in tirocini di lavoro, con agevolazioni sulle spese di viaggio.

“Da sempre abbiamo posto grande attenzione alla salute delle donne, attraverso i nostri servizi territoriali e la collaborazione con le realtà locali – commenta il direttore generale dell’Asl To3 Flavio Boraso - I mesi di emergenza Covid hanno purtroppo accentuato ulteriormente le difficoltà delle persone più fragili: questo progetto europeo scelto e finanziato, ulteriore esempio di eccellenza dei servizi e delle competenze che la nostra azienda ha sviluppato nella progettazione europea, può essere dunque molto importante per aumentare la capacità di risposta e di aiuto sul territorio”.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium